Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:SAN MINIATO13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Principe Filippo, colpi a salve di cannone in tutto il Regno Unito

Attualità domenica 28 febbraio 2021 ore 07:52

Un augurio speciale agli "Amici per la Pelle"

Chiara Gorgeri

Alla presentazione del progetto, avvenuta on line, hanno partecipato circa 500 studenti, di tutte le scuole del Comprensorio



SANTA CROCE SULL'ARNO — "Auguro agli studenti che partecipano ad Amici per la Pelle di trarre il meglio da questo progetto che quest’anno più che mai rappresenta un’esperienza preziosa di condivisione per tutti quanti sono costretti dalla pandemia a limitare le proprie attività": a parlare è Chiara Gorgeri, santacrocese doc, una vera beniamina per l’intera comunità del distretto conciario, che ha fatto il tifo per lei, 2 anni fa, in occasione della sua partecipazione a Miss Italia dopo essere stata eletta Miss Toscana 2019. 

Da Santa Croce sull’Arno alla ribalta nazionale restando sempre coi piedi per terra, sorriso contagioso e un forte legame col suo territorio: nel 2010 Chiara partecipò alla prima edizione del progetto didattico Amici per la Pelle che nei giorni scorsi è ripartito con l’edizione 2021. Un segnale importante, quello che arriva dal progetto, che quest’anno, nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza connessi all’emergenza pandemica, vede rinnovato l’impegno di imprenditori, amministrazioni comunali e scuole del distretto nel fare rete, attraverso Amici per la Pelle, a supporto dei tanti studenti coinvolti.

Alla presentazione del progetto, avvenuta on line, hanno partecipato circa 500 studenti, delle classi seconde delle scuole medie di Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto, Fucecchio, Ponte a Egola e Santa Maria a Monte.  Proprio le diverse emozioni legate alla pandemia sono il tema delle opere che gli Amici per la Pelle devono creare quest’anno realizzando tatuaggi su cuoio per descrivere cosa rappresenta per loro l’emergenza pandemica.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo, di origini napoletane, era molto conosciuto nel comprensorio del cuoio dove viveva, e in Valdera. Aveva un'attività a Peccioli
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità