Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:SAN MINIATO10°13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 11 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Principe Filippo, colpi a salve di cannone in tutto il Regno Unito

Attualità mercoledì 07 aprile 2021 ore 10:41

Ritorno tra i banchi, parlano i sindaci

Dopo le vacanze di Pasqua oggi sono ripartiti i servizi scolastici in presenza, dai nidi fino alla prima media: "Un nuovo inizio che non era scontato"



SAN MINIATO — Dopo le vacanze di Pasqua oggi sono ripartiti i servizi scolastici in presenza, dai nidi fino alla prima media.

"Non è stato cosa da poco  - commenta in un post su Facebook il sindaco di San Miniato Simone Giglioli- il Governo si è preso una bella responsabilità prendendo una decisione simile. Ma c’era necessità , i segni, non fisici, ma psichici che segnano tanti bambini per la sospensione della socialità, rischiano di provocare danni per molti anni a venire. È per questo che guardo con approvazione a questa decisione governativa. La speranza è che ben presto si parli di riaperture più generalizzate, anche per tante attività che ora sono chiuse e per altri ordini di scuole, sperando che la campagna vaccinale proceda senza intoppi e ritardi. Come Comune abbiamo cercato di farci trovare pronti a questa ripartenza, mettendo fin da subito in funzione il trasporto e la mensa e curando i plessi scolastici anche in questo mese di chiusura forzata. Un saluto particolare lo rivolgo alle famiglie, e agli e alle insegnanti perché oggi di fatto sarà un nuovo inizio. E un abbraccio a tutti i bambini che oggi potranno incontrare di nuovo i loro compagni di scuola, non solo in video. Buona scuola a tutti voi".

"Confesso che sono un po' emozionata - ha scritto la sindaca di Santa Croce sull'Arno Giulia Deidda- È un nuovo inizio che non era scontato, perché lo scorso anno, dopo la chiusura e l'avvio della didattica a distanza, abbiamo dovuto aspettare settembre, ovvero l'inizio del nuovo anno scolastico prima di riaprire. Alcuni settori e in particolare alcune categorie di lavoratori restano fermi, purtroppo. Penso ai ristoranti, ai bar, alle pasticcerie che possono fare solo l'asporto; penso ai negozi, ai parrucchieri e ai centri estetici che hanno dovuto affrontare il periodo di Pasqua senza poter lavorare o riaprire regolarmente. E penso alle palestre e a tutte quelle attività sospese, da tanto tempo e chissà ancora per quanto. La scuola riparte e molte altre attività no. Ma se non riparte la scuola, si ferma il futuro e si blocca l'organizzazione di intere famiglie. Oltre a restare valide le già note misure di prevenzione, c'è una novità importante: la possibilità di effettuare tamponi rapidi gratuiti per le studentesse, gli studenti e i loro familiari, una volta al mese, nelle nostre farmacie comunali. Una risposta concreta e importante che, grazie a Farmarete, ai Comuni del Valdarno Inferiore e alla Regione Toscana dà la possibilità a tutte e tutti di velocizzare le diagnosi e rallentare la diffusione della malattia.Noi abbiamo preparato tutto: le aule sono state sanificate come da protocollo. Le scuole sono pronte ad accogliere le nostre e i nostri piccoli concittadini".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
34 nuovi casi nei quattro comuni dell'area pisana e sei a Fucecchio. Nella zona della provincia pisana non sono segnalati decessi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità