Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:09 METEO:SAN MINIATO10°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
In volo sul Vesuvio innevato, le immagini dal drone

Attualità martedì 04 maggio 2021 ore 09:25

Il bilancio di previsione scommette sulla scuola

Edilizia scolastica, blocco delle tariffe, welfare e rilancio tra i punti cardine del documento programmatico dei prossimi anni



CASTELFRANCO DI SOTTO — Investimenti nella scuola, blocco delle tariffe, welfare e rilancio. Sono alcuni dei punti cardine del bilancio di previsione 2021-2023 approvato nei giorni scorsi dal Consiglio Comunale. 

Nel documento programmatico che individua il piano di sviluppo comunale dei prossimi anni figurano interventi di edilizia scolastica di messa in sicurezza degli edifici, di miglioramento sismico e impiantistico, e che possano favorire la costituzione di un nuovo polo scolastico dell’Infanzia 0-6.  Nell’ambito della riorganizzazione degli spazi, sono in programma interventi nel plesso della Scuola dell’Infanzia di Piazza Garibaldi e l’adiacente Nido Comunale “Il Bruco” in modo da accorpare le sezioni presenti nel plesso di Via Solferino. L'obiettivo è quello di riportate questi locali ad essere usati dalla scuola primaria di via Magenta, con una riqualificazione generale degli ambienti.

Per la progettazione degli interventi, il Comune potrà contare su un cofinanziamento statale di 170mila euro. Si tratta di interventi complessivi si ristrutturazione in termini di sicurezza, efficientamento e benessere ambientale, che interesseranno: l’asilo nido “Il Bruco”, la scuola dell’Infanzia di Piazza Garibaldi, la Scuola Primaria Guerrazzi di Castelfranco e la scuola dell’infanzia di Villa Campanile.

Sulla scuola secondaria di primo grado di Piazza Mazzini inizieranno a breve i lavori di efficientamento energetico che riguarderanno l’intero edificio (isolamento delle pareti perimetrali, sostituzione delle finestre, recupero di finiture edilizie e altri interventi che limitano al minimo l’apporto di calore nei mesi più caldi e evitano perdite di calore nei mesi più freddi). L’importo complessivo di questo intervento ammonta a 721mila euro, con contributo regionale di 432.500 euro e statale di 150mila euro (la restante quota, 139mila euro è finanziata da mutuo).

Inizieranno tra poco i lavori finalizzati alla riqualificazione della palestra scolastica di Orentano (per un ammontare di per 618mila euro) che prevedono l’isolamento delle pareti perimetrali con la realizzazione di cappotto termico, la sostituzione delle finestre e dell’impianto di riscaldamento, oltre all’installazione di impianto fotovoltaico e di impianto solare termico. Lavori che assumono rilevanza sia per la riqualificazione energetica che per la soluzione sia di problemi edilizi, in particolare per quanto riguarda la copertura. Le risorse sono per il 60% impegnate dalla Regione Toscana (258.879 euro), del Conto Termico Gse (181.094 euro) e risorse comunali con accensione di muto (179.958 euro).

Il bilancio conferma poi il blocco delle tariffe: sia l’Imu che le altre tassazioni rimarranno invariate. Un capitolo a parte riguarda il supporto al rilancio del turismo, dell’associazionismo, del Ccn del Centro Storico e la promozione dei progetti di sostenibilità ambientale e valorizzazione del patrimonio naturalistico. È previsto un importante investimento di forestazione e piste ciclabili in ambito urbano, è confermato l’impegno alla riqualificazione e prolungamento del Campo di Gara di pesca sull’Arno. Previsto inoltre un progetto di promozione dei boschi delle Cerbaie in località Montefalcone.

Saranno fatti investimenti in interventi di “Arte Sociale” su luoghi in parte degradati o abbandonati, così come su facciate di edifici pubblici e privati che possono diventare strumento di miglioramento del decoro urbano e di rigenerazione urbana. In questa prospettiva s’inserisce il progetto Nuovo cinema Castelfranco con il quale il Comune ha partecipato al Bando regionale di Rigenerazione Urbana a Base Culturale che troverà attuazione nel 2021. Ma anche l’iniziativa Arte in vetrina promossa nel centro storico di Castelfranco, che sarà resa strutturale e permetterà l’utilizzo dei fondi sfitti per installazioni artistiche temporanee.

“Con questa programmazione per il prossimo triennio rimaniamo fedeli agli obiettivi che ci siamo posti all’inizio della legislatura, come il progetto del Polo Scolastico 0-6, il rilancio del Centro Storico di Castelfranco e gli investimenti sulle nostre scuole – ha commentato il sindaco Gabriele Toti – ma pianifichiamo anche un sostegno alla ripresa del territorio, tenendo conto della pandemia e dei tanti settori che hanno bisogno di ripartire. Non viene meno quindi l’incentivazione dei servizi, il blocco delle tariffe e l’impegno per il sociale”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità