Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:SAN MINIATO11°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Attualità lunedì 29 maggio 2017 ore 17:00

Venticinquemila euro per la Tari

Agevolazioni per il pagamento della tassa per lo smaltimento dei rifiuti. Domande entro e non oltre il primo luglio. Come fare richiesta



CASTELFRANCO DI SOTTO — Il Comune di Castelfranco di Sotto rinnova anche quest’anno il suo impegno nelle agevolazioni per il pagamento della Tari, tassa per lo smaltimento dei rifiuti. È stato di recente pubblicato il bando pubblico per il riconoscimento delle agevolazioni Tari 2017 tramite il quale i cittadini possono fare richiesta, entro e non oltre il primo luglio 2017, per la concessione di riduzioni. Per poter provvedere agli sconti, volti a sostenere, in particolare, le fasce più deboli della popolazione, l’Amministrazione Comunale ha stanziato 25mila euro.

Possono beneficiare di contributi sociali del tributo, con un’agevolazione pari al 100 per cento sul pagamento della quota, i nuclei familiari composti da un unico occupante ultrasessantacinquenne con indicatore Isee non superiore a 7mila 500 euro.

Hanno diritto ad un’agevolazione del 25 per cento le famiglie composte da un unico occupante ultrasessantacinquenne con indicatore Isee non superiore a 9mila 500 euro. Mentre accedono a uno sconto del 50 per cento i nuclei familiari al cui interno ci sono portatori di handicap con grado di invalidità pari al 100 per cento a condizione che gli stessi non siano ricoverati in istituto con indicatore Isee non superiore a 20mila euro.

Un’agevolazione del 20 per cento sul tributo è prevista infine per i nuclei familiari composti da due occupanti ultrasessantacinquenni con indicatore Isee non superiore a 15mila euro oppure nei casi in cui nella famiglia ci siano entrambi i genitori residenti e con almeno due figli a carico, con un indicatore non superiore a 18mila euro.

Possono accedere al beneficio dell’agevolazione, i soggetti che sono costituiti in un unico nucleo familiare occupante l’abitazione principale, residente nel territorio comunale dal primo gennaio dell’anno 2017.

Non possono presentare domanda per essere ammessi all’agevolazione coloro che risultano essere proprietari di autoveicoli di nuova immatricolazione superiore a 1600 cc, acquistati nell’anno 2016; coloro che risultano proprietari, anche a titolo di usufrutto, uso o abitazione, di altri fabbricati oltre a quello adibito ad abitazione principale.

Non può accedere a sconti chi non è in regola con gli obblighi di dichiarazione e pagamento della Tassa di smaltimento rifiuti solidi interni o della Tares o della Tari nonché per tutti i restanti tributi comunali ed imposte. La regolarità deve risultare dalla data di presentazione del termine per le domande di agevolazione.

Sono rinnovate le agevolazioni per gli esercizi che hanno aderito al Centro Commerciale naturale (nelle diverse forme a seconda dell’ubicazione) e sono poi confermate tutte le riduzioni sulla Tari derivanti dall'utilizzo del bio-composter (per il compostaggio domestico) e dall'adozione delle aree verdi pubbliche.

“Questa è una forma di attenzione che il Comune dispone verso categorie ben precise della cittadinanza, che hanno bisogno essere sostenute, a partire dalle famiglie con componenti portatori di handicap - ha commentato il sindaco di Castelfranco Gabriele Toti -. Ci sono agevolazioni che vengono concesse d’ufficio per le famiglie con bambini appena nati, o che hanno già figli o con reddito Isee inferiore ai 18mila euro".

"È un piccolo segnale che viene dato come forma di aiuto ai genitori in difficoltà, un sostegno dimostrato allo stesso modo anche alle persone anziane che vivono con la pensione minima. Pensiamo ai soggetti più deboli, ma guardiamo anche agli esercizi commerciali che hanno aderito al Centro Commerciale naturale. Un modo questo per tener conto delle realtà associative che si pongono come mediazione alle istanze delle tante attività che operano sul territorio”.

La domanda di agevolazione va presentata entro e non oltre la data di scadenza attraverso gli appositi modelli disponibili sul sito internet dell’ente o presso l’Ufficio Relazione al Pubblico in Piazza Remo Bertoncini n.1


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 31 Gennaio, sono riportati 390 nuovi casi in tutta la Toscana, dove nelle scorse 24 ore non si registrano decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità