comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:44 METEO:SAN MINIATO12°20°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 26 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Attualità venerdì 16 ottobre 2020 ore 09:42

Pulizie scuole e Comune, scontro minoranza - Toti

Il municipio di Castelfranco
Il municipio di Castelfranco

Ghiribelli, Colombini e Sgueo hanno chiesto chiarimenti su quanto avvenuto il 23 settembre a Orentano e Villa Campanile. Pronta replica del sindaco



CASTELFRANCO DI SOTTO — Monica Ghiribelli, Alba Colombini e Nicola Sgueo della minoranza sono intervenuti per parlare delle pulizie in Comune, ripartendo però da un fatto avvenuto qualche settimana fa: "Era il 23 settembre scorso quando centinaia di ragazzi furono impossibilitati ad accedere alle aule delle scuole di Orentano e di Villa Campanile a causa della mancata pulizia delle stesse dopo essere state destinate ad ospitare i seggi elettorali. Nell’immediatezza dei fatti e nel corso del consiglio comunale che si tenne a distanza di pochi giorni, dove il sindaco rassicurò circa l’avvenuta sanificazione pur ammettendo la mancata pulizia di tutti i locali, insistemmo affinché l’amministrazione si impegnasse ad accertare le responsabilità e prendesse i dovuti provvedimenti nei confronti di chi venisse riconosciuto responsabile".

"Ad oggi non sappiamo ancora di chi sia la colpa per quanto accaduto a settembre ma, stando a quanto si legge nella determina del 12 ottobre, parrebbe potersi escludere che questa sia da attribuirsi alla ditta incaricata della pulizia e della sanificazione delle aule, visto e considerato che oggi le si affida anche l’intervento di sanificazione ordinaria del palazzo comunale. Ora, due sono le possibilità: la ditta in questione ha operato correttamente e, pertanto, l’affidamento dell’incarico è legittimo, dovendosi allora rinvenire altrove le responsabilità; oppure, la mancata pulizia delle aule è da imputarsi effettivamente alla ditta e, allora, ci chiediamo in base a quale logica possa venire conferito un nuovo incarico a chi ha dimostrato di non saper operare con criterio e coscienza. Visto e considerato che, alla luce della recente determina, l’indagine aperta dal sindaco pare essersi ampiamente conclusa, restiamo in attesa di conoscerne l’esito".

Pronta è arrivata la risposta del sindaco Gabriele Toti che è partito dalla mancata pulizia alle scuole di Orentano e Villa Campanile dopo le elezioni regionali: "Sul tema avevo già riferito due volte in Consiglio Comunale, dicendo che saremmo andati fino in fondo per accertare le responsabilità dell'accaduto con richiesta di relazioni al Segretario Comunale e ai responsabili dei settori interessati dalla vicenda. Alla fine è emerso che era stato fatto un affidamento ad una ditta per effettuare la pulizia e sanificazione dei locali interessati. L'azienda affidataria ha fornito la certificazione dell'avvenuta sanificazione degli stessi, mentre non è stata effettuata correttamente la pulizia. Questo è quando avevo già riportato in Consiglio Comunale, aggiungendo che probabilmente, operando con molta più collaborazione, si poteva evitare la chiusura della scuola. Dopodiché avevo concluso comunicando che sarebbero state effettuate delle contestazioni. Le contestazioni formali alle quali mi riferivo sono in corso di definizione. Ribadisco ancora una volta che la sanificazione era stata effettuata e certificata dall'azienda. Rimane da chiarire cosa non è stato fatto, documentazione alla mano".

"A quello che è successo nelle scuole si è aggiunta un'altra questione. Nei giorni scorsi una persona positiva, non dipendente del Comune di Castelfranco di Sotto, aveva frequentato il Palazzo Comunale per effettuare una serie di riunioni. Quando abbiamo avuto notizia della positività di questa persona, è stato deciso, in via precauzionale, di effettuare una sanificazione del Palazzo Comunale. Questa operazione è avvenuta nella tutela di chi lavora all’interno degli uffici e di quanti, a vario titolo, entrano in Comune per i motivi più svariati.
La sanificazione doveva essere fatta nel più breve tempo possibile. È risultato quindi più immediato contattare la solita azienda che più volte ha operato per conto del Comune".

"Questo - ha aggiunto Toti - ha riguardato la sanificazione e non la pulizia, che nel Palazzo Comunale viene effettuata da altro soggetto. È evidente che tale scelta non interferisce con la volontà, che avevo già espresso, di procedere nei confronti della ditta per contestare quanto accaduto alle scuola di Orentano e Villa Campanile. Io sono convinto che è stata effettuata la scelta che consentisse di unire un intervento rapido (non dovuto ma opportuno) e efficace. Spero di aver chiarito le circostanze. Talvolta sarebbe più utile, provare a chiedere le informazioni piuttosto che voler aizzare la polemica".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica