Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:02 METEO:SAN MINIATO10°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La moglie di Soumahoro non risponde alle domande: il video di 'Non è l'Arena'

Lavoro giovedì 29 dicembre 2016 ore 16:50

Ristori, la festa della Vespa sembrava il Titanic

Samuele Nacci

Il segretario Uilm Pisa Nacci ha criticato la vicesindaca Pirri: "La barca stava affondando e le istituzioni continuavano a far suonare l'orchestra"



SANTA MARIA A MONTE — Duro attacco della Uilm Pisa alle istituzioni sulla situazione della Ristori. L'azienda di Montecalvoli ha licenziato 48 dipendenti proprio nei giorni che precedevano il Natale. Samuele Nacci, segretario della Uilm Pisa ha rivolto le sue parole alla vice sindaca di Pontedera Angela Pirri ritornando sui festeggiamenti di aprile, in occasione del settantesimo anniversario della Vespa: "Forse Pirri ha capito a cosa ci riferivamo a proposito della festa dei 70 anni della Vespa: sembrava di essere sul Titanic, con la barca che affondava e le istituzioni che continuavano a far suonare l'orchestra".

"Non che non fossimo d'accordo a festeggiare la storia del nostro territorio - ha proseguito Nacci - anzi ci sentiamo protagonisti di questa festa. Molti dei nostri iscritti lavorano e hanno lavorato in Piaggio. Noi però,  a differenza di altri, siamo abituati a stare fra la gente e a girare sui luoghi di lavoro avevamo capito subito che era prossima la perdita di molti posti di lavoro, come poi è accaduto in questi giorni alle Officine Ristori".

L'attacco a Pirri e alle parole pronunciate in quei giorni è continuato: "48 lavoratori hanno perso il proprio posto di lavoro - ha ripreso Nacci - La nostra è chiaro che a quel tempo fosse una provocazione...  lei ci rispose in modo politichese, riempendosi la bocca di molte belle parole: che preferiva la speranza alla disperazione. Anche noi, pero oggi ai 48 lavoratori delle Officine Ristori che sono disperati, cosa possiamo dire?".

"Ci disse - ha proseguito il segretario Uilm - che la venuta di Renzi a Pontedera era un'opportunità per la nostra città, e anche noi condividevamo, ma alla festa diceste detto che la Piaggio da molti anni non fabbricava piu i motori a Pontedera. Poi ricordo che le ci disse che aveva un sogno, e paragonò la città di Pontedera alla Silicon Valley, il suo è rimasto un sogno, nel frattempo che lei continuava a sognare i lavoratori delle Officine Ristori si sono svegliati la mattina di Natale con le lettere di licenziamento sotto l'albero di Natale".

"Penso - ha concluso Nacci - che sia arrivato il momento affrontare la realtà del nostro territorio, rimettendo al centro della discussione le politiche industriali al fine di riportare le lavorazioni alla Piaggio di Pontedera investendo in ricerca e sviluppo. Inoltre, vorrei chiedere alla vice sindaca di fare un appello ai politici del Pd del nostro territorio, al fine di richiedere un incontro alla proprietà di Piaggio ed alcuni esponenti del consiglio di amministrazione sempre di Piaggio, dato che sono militanti del vostro stesso partito, in modo da capire cosa vogliano fare della Piaggio di Pontedera e quali siano i piani industriali nel breve e medio periodo visto che ci dicono in Piaggio che nuovi modelli non sono previsti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati aggiornati alle ultime 24 ore. In Toscana sono state accertate oltre 1500 nuove positività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca