Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:SAN MINIATO14°18°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 01 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La drammatica battaglia per l'acciaieria Azovstal di Mariupol vista con gli occhi del soldato-cameraman: le immagini

Attualità sabato 23 luglio 2022 ore 09:00

Nel libro di Shalom il messaggio di don Andrea

Don Andrea in Burkina Faso

Scritto da Andrea Pio Cristiani con Giampaolo Grassi, si intitola “Movimento Shalom. Crescere insieme all’Africa” ed è ora nelle librerie



SAN MINIATO — Il libro “Movimento Shalom. Crescere insieme all’Africa”, scritto da Andrea Pio Cristiani con Giampaolo Grassi (Ed. Castelvecchi, 62 pagine, 7,50 euro), è da ieri nelle librerie e in tutti gli store online. Si tratta di un volumetto agile, ma che lascia il segno. 

Protagonista è un prete battagliero, il fondatore del Movimento Shalom, don Andrea Pio Cristiani. Che chiede una rivoluzione all'insegna del Vangelo, con due obiettivi: fare in modo che la cooperazione internazionale metta i Paesi in via di sviluppo nelle condizioni di crescere da soli; e riportare l'essere umano al centro delle attenzioni della Chiesa, con una serie di scelte, come aprire ai matrimoni dei sacerdoti ed eliminare i roboanti titoli ecclesiastici, da reverendissimo a santità.

Il libro prende spunto da una considerazione dell'economista dello Zambia Dambisa Moyo. Per lei la povertà cronica dell’Africa è colpa degli aiuti, perché "determinano una perenne adolescenza economica del continente". Quindi, la cooperazione internazionale serve o è dannosa? E non è una nuova forma di colonialismo? Ricostruendo un incontro avuto con un vecchio amico carico di dubbi sulle forme di sostegno dell’Occidente ai Paesi in via di sviluppo, don Andrea Pio Cristiani difende il fine e i mezzi degli interventi umanitari del Movimento Shalom, che porta avanti progetti in varie parti del mondo partendo da un convincimento: non servono opere di beneficenza, ma di autosostentamento. Esempi? Una pizzeria in Burkina Faso per il mantenimento di un orfanotrofio e per l’occupazione di ragazze svantaggiate; una scuola con studentato in Bangladesh; il progetto Terraequa per la produzione e commercializzazione di fagiolini delle cooperative di agricoltori in Africa. 

Questo è l'ideale che muove il Movimento Shalom. Senza progetti faraonici o investimenti miliardari e col coinvolgimento delle popolazioni locali. "Anche i primi partigiani combattevano coi fucili arrugginiti contro i carri armati nazisti – dice don Andrea - Non sapevano se avrebbero vinto, anzi, probabilmente disperavano di vincere. Ma hanno combattuto. Ecco, anche noi combattiamo la nostra battaglia con i fucili arrugginiti. E magari alla fine vinciamo lo stesso. Ma se perdiamo, perdiamo sapendo di aver combattuto dalla parte giusta. Ti sembra poco? Vuol dire spendere bene la vita". 

Per don Andrea "Abbiamo molto da imparare dall'Africa. Dobbiamo crescere insieme. Servono scambi reciproci. Contaminazione. Imbastardiamoci, sarà meglio per tutti". 

Il libro ha un doppio fondo. Don Andrea approfitta delle provocazioni del vecchio amico anche per raccontare gli ideali del Movimento Shalom che, in armonia con l’insegnamento di Papa Francesco, si ispirano ai valori del Vangelo. In primis: il riconoscimento dei diritti, senza distinzione di razza, genere e orientamento sessuale. Il Movimento osa: chiede l’abolizione dei titoli ecclesiastici, il matrimonio per i preti, l’accesso delle donne alle gerarchie della Chiesa e la benedizione delle coppie gay. 

"Non si può leggere la Bibbia come fosse un manuale – dice don Andrea - Il punto è che Cristo è stato un rivoluzionario perché al centro del suo insegnamento ha posto la persona e la sua sacralità, e non ha fatto alcuna distinzione di razza, sesso e tantomeno di orientamento sessuale".

Il Movimento Shalom è una Onlus di ispirazione cattolica con sede a San Miniato (Pisa), nel cuore della Toscana. Il suo scopo è diffondere una cultura di pace, tolleranza e solidarietà verso gli ultimi della Terra. Il Movimento è una casa comune anche per tutti coloro che non hanno scoperto la bellezza della fede cattolica e appartenenti ad altre religioni. Uno degli impegni primari è cooperare per lo sviluppo dei popoli più poveri del pianeta attraverso la realizzazione di progetti autosostenibili che rispondano ai bisogni primari quali la scolarizzazione, la salute, l’alimentazione.

Andrea Pio Cristiani: È parroco a Fucecchio (Firenze). Ha studiato Filosofia a Parigi e Teologia a Pisa. Nel 1974 è stato ordinato sacerdote e, nello stesso anno, ha fondato il Movimento Shalom.

Giampaolo Grassi: È giornalista parlamentare ANSA.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, venerdì 30 Settembre, sono stati riportati oltre 9mila tamponi processati. In Provincia di Firenze oltre 440 nuovi contagi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità