comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:44 METEO:SAN MINIATO12°20°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 26 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Attualità venerdì 16 ottobre 2020 ore 12:34

​Cassonetti pieni, protestano i commercianti

Sono quelli di San Miniato Basso, Speranza del Ccn: "Gravi lacune di Geofor, vogliamo risposte. Situazione indecorosa e non più sostenibile"



SAN MINIATO — Sono su tutte le furie i commercianti del Centro commerciale naturale di San Miniato Basso. La questione riguarda la raccolta differenziata per gli esercizi pubblici sul territorio. Il dito è puntato contro Geofor che "da tempo lascia accumulati i rifiuti, non adempiendo al proprio dovere". 

"La situazione - hanno detto i commercianti - è insostenibile da settimane. La sporcizia accumulata nei cassonetti, oltre a essere un cattivo biglietto da visita per i commercianti, causa anche maleodoranze e situazioni insalubri fuori dai negozi". 

Per questo si è mossa l'associazione del Centro Commerciale Naturale. È stata inviata una email in posta certificata all'ente di Pontedera, lamentando il "mancato svuotamento dei cassonetti di ogni tipologia di rifiuto e l'inefficienza del servizio (informazioni errate, risposta da parte degli operatori incomplete e a volte scortesi)".

"I commercianti - si legge nella lettera - pur pagando le tasse dovute per la pulizia dei rifiuti, hanno dovuto attrezzarsi in modo autonomo con altri contenitori o pagando operazioni di pulizia con terzi, per rispettare tutte le norme igienico-sanitarie. Ciò non fa onore a un territorio, quello di San Miniato, che negli ultimi anni ha raggiunto percentuali notevoli di raccolta differenziata, anche con lo sforzo dei commercianti di San Miniato Basso. Sforzo che, nelle ultime settimane, rischia di essere vano".

"La situazione è indecorosa e non più sostenibile - ha spiegato il presidente del Ccn Pierfranco Speranza -, ci aspettavamo almeno un tavolo di confronto con Geofor. Fin dall'inizio del servizio di raccolta differenziata la collaborazione c'è sempre stata, ma stavolta non c'è stata nemmeno una risposta e, cosa più importante, il problema rimane tale. Abbiamo contattato Geofor telefonicamente e abbiamo scritto altre mail, ma è rimasto tutto lettera morta. L'amministrazione comunale è dalla nostra parte e vogliamo risolvere quanto prima".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica