Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:SAN MINIATO10°13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 07 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, i tifosi del Marocco festeggiano il passaggio ai quarti

Attualità giovedì 02 ottobre 2014 ore 14:12

Rifiuti abbandonati nel Padule di Fucecchio

Situazione di degrado denunciata in seguito al nubifragio. Spinelli: "Basta sciacallaggio in una situazione di emergenza". Publiambiente già attivata



FUCECCHIO — Il Padule di Fucecchio versa in una situazione di degrado in seguito all’emergenza-maltempo del 19 settembre. Materiale edile, sacchi pieni di eternit e rifiuti di ogni genere sono stati abbandonati nella zona di Porto di Cavallaia. La situazione, ancora oggi, è particolarmente grave nonostante i ripetuti interventi di Publiambiente per la rimozione del materiale abbandonato.

Il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli attacca duramente i responsabili di questa situazione. “Qualcuno – dice – sta approfittando dell’emergenza per liberarsi di rifiuti ingombranti, provocando un danno ambientale ed economico alla collettività visto che i costi di smaltimento ricadranno direttamente sulle bollette. Vigileremo in modo assiduo per stroncare sul nascere il fenomeno e attueremo tutte le forme di dissuasione possibili, telecamere comprese, per individuare i responsabili e sanzionarli duramente. Non sarà una battaglia facile e per questo chiediamo la collaborazione di tutti i cittadini nel vigilare e segnalare episodi di abbandono dei rifiuti. Anche l’amministrazione comunale, come tutti i cittadini onesti, è vittima dell’inciviltà di queste persone che non hanno alcuno scrupolo.”

Publiambiente da giorni è all’opera per rimuovere i rifiuti. “C’è piena sinergia con l’azienda – spiega il sindaco – con loro stiamo cercando di risolvere questa emergenza nel migliore dei modi". 

Publiambiente, intanto, invita tutti i cittadini a contattare il numero verde 800.980.800 per chiedere il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti e dei big bag di eternit presso la propria abitazione. La rimozione dell’eternit nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, è stata fatta correttamente adoperando il kit e i contenitori forniti da Publiambiente. Purtroppo qualcuno invece di chiedere il ritiro a domicilio ha preferito abbandonare poi i sacchi lungo la strada. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un imprenditore ha denunciato il furto ai carabinieri, che hanno ritrovato il bottino e denunciato una persona accusata del furto della merce
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca