Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:27 METEO:SAN MINIATO19°32°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Finale Europei Roma? Non in Paesi ad alto contagio»

Cronaca martedì 23 marzo 2021 ore 18:00

Khrystyna Novak, arrestato il presunto omicida

Un momento della conferenza stampa in Procura

L'uomo è accusato di aver ucciso la ragazza ucraina scomparsa nel Novembre scorso. Era in rapporti d'affari illeciti col compagno della vittima



PISA — Ha 50 anni ed è di origine fiorentina l'uomo arrestato stamattina dalla polizia con l'accusa di aver ucciso e occultato il cadavere di Khrystyna Novak, la ragazza ucraina di 29 anni scomparsa da Orentano nel Novembre scorso poche ore dopo l'arresto del fidanzato per detenzione di armi e droga. Il cinquantenne era un vicino di casa della coppia e intratteneva rapporti di affari illeciti col compagno della vittima.

L'arresto è avvenuto stamani a Castelfranco e il movente del delitto sarebbe da ricercarsi proprio in un litigio tra i due uomini per motivi legati alla compravendita di droga.

Gli inquirenti hanno spiegato che sono stati raccolti "gravi indizi di reato" sul cinquantenne. Secondo la ricostruzione della procura, l'uomo avrebbe ucciso la Novak tra la sera del primo e la notte del 2 Novembre, nella villa dove la giovane viveva col compagno, utilizzando una pistola con cui tre mesi prima aveva ammazzato un cane. Poi avrebbe soppresso il cadavere e, nelle 24 ore successive, avrebbe tentato di cancellare le tracce del delitto, senza peraltro riuscirci completamente. Infine, per depistare le indagini, avrebbe simulato l'allontanamento volontario di Khrystyna dalla villa utilizzando il cellulare della ragazza: l'apparecchio è stato spento e poi riacceso la mattina del 3 Novembre, poi è stato spostato in vari luoghi del pisano e infine spento definitivamente. Sempre il 3 Novembre, un cliente del cinquantenne ha raccontato di averlo visto caricare sacchi neri sulla sua auto e poi portarli via.

Dopo la denuncia di scomparsa della giovane, gli investigatori avevano prima ipotizzato un sequestro di persona e poi l'omicidio. Sono state raccolte testimonianze e la madre della vittima ha lanciato vari appelli per ritrovare la figlia svanita nel nulla lasciando a casa soldi, cellulare e documenti. Lo stesso fidanzato ha contribuito alla ricostruzione della verità fornendo informazioni che si sono rivelate coerenti e fondate.

La Procura ha riferito che "la vicenda che porterà al tragico epilogo dell’uccisione della giovane ragazza, parte proprio dal momento dell’arresto del compagno, noto imprenditore locale nel settore dei pellami".

L'arresto era stato effettuato grazie ad una soffiata fatta alle forze dell'ordine proprio dal cinquantenne per segnalare che all'interno dell'abitazione della coppia c'erano due pistole e sostanze stupefacenti. Ma in realtà sarebbe stato lui a fornire le armi e droga al fidanzato di Khrystyna.

A scatenare il delitto sarebbe stato un alterco avvenuto alcuni giorni prima dell'omicidio fra i due uomini e la richiesta della vittima al fidanzato di tirarsi fuori dal quel giro criminale di traffico di droga.

"Rimango molto colpito per questo fatto gravissimo che vedrebbe l'uccisione di una giovane donna. Auspico che possa arrivare più velocemente a conclusione, sottolineando il lavoro che è stato compiuto dalla procura e dalla polizia e la collaborazione che abbiamo fornito in ogni occasione sia stata richiesta. 

Auspico altresì che questo punto di svolta possa anche servire a far calare i riflettori su questa vicenda molto brutta. Personalmente mi colpiva e mi dispiaceva ogni qualvolta sugli organi di informazione passava il nome di Orentano e del nostro comune legato alla tragica sparizione di questa donna. Mi auguro vivamente che si possa parlare del nostro comune non per il drammatico fatto, ma per le particolarità ambientali per la bellezza del suo territorio e per la vivacità del proprio tessuto associati elementi che lo caratterizzano in senso positivo", ha detto il sindaco Gabriele Toti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Fanno ben sperare i dati diffusi dalla Usl centro che, per la giornata di oggi, non registrano alcun nuovo caso Covid nel comprensorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca