comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 14°21° 
Domani 15°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
giovedì 01 ottobre 2020
corriere tv
Ilaria Capua: «Il virus è qui, dobbiamo stringere ‘la mascherina' fino alla fine dell'inverno»

Attualità venerdì 07 febbraio 2020 ore 15:43

Scuole, botta e risposta tra Rossi, Toti e Duranti

Parole dure dalla consigliera di opposizione: "Terzo mondo". Replica del sindaco e dell'assessore: "Attacco infondato che strumentalizza i genitori"



CASTELFRANCO DI SOTTO — Un duro attacco è arrivato dalla consigliera comunale del gruppo misto, Aurora Rossi. Attacco diretto all'amministrazione comunale e che fa riferimento alla scuola primaria di via Magenta, che Rossi ha detto somigliare a "un istituto del terzo mondo". Rossi ha detto che il programma di investimenti annunciato dall'amministrazione stride, appunto, con l'interrogazione che aveva in serbo e che metteva in luce alcune situazioni critiche.

"Mi è stato comunicato - ha detto Rossi - che molte finestre del primo piano sono state chiuse con del nastro adesivo per impedirne l'apertura in quanto non a norma di sicurezza. I servizi igienici della scuola sono sporchi e maleodoranti, alcuni alunni, nella maggior parte femmine, raccontano di andarci con disagio e in qualche caso, di non andarci per tutto il giorno. Non credo assolutamente che questo sia un problema di pulizia, ma degli impianti e delle tubature che sono molto vecchie. Più volte sono stati visti dei roditori intorno ai muri della scuola materna di via Solferino, (adiacente alla scuola primaria), la suddetta scuola è stata chiusa per due giorni dopo che era stato trovato un topo all'interno della struttura per le verifiche del caso e per posizionamento delle trappole. Sembra però che il problema non abbia trovato una soluzione perché, a quanto ne sappiamo, il giardino della materna è rimasto chiuso da quel giorno e quindi non può essere utilizzato dai bambini". 

Rossi ha poi elencato altre problematiche e ha detto che se "ne sono venuta a conoscenza io, certamente anche il sindaco ne sarà a conoscenza, quindi perché non interviene? 

Il sindaco Gabriele Toti ha risposto alle critiche insieme all'assessore alla scuola, Ilaria Duranti: "È folle definire la nostra scuola un istituto “da terzo mondo”. Respingo convintamente le accuse mosse dalla consigliera Aurora Rossi che sono del tutto infondate. La nostra è una scuola di qualità: ne sono conferma i progetti che sosteniamo anche economicamente. Le condizioni in cui sono educati i bambini di Castelfranco è una priorità che ci sta particolarmente a cuore e sulla quale investiamo risorse e attenzione". 

"Non accettiamo - hanno aggiunto - che vengano rivolte pesanti critiche, basate come argomentazioni sul sentito dire e strumentalizzando una richiesta dei genitori. Richiesta che l’amministrazione comunale stava già trattando attraverso un opportuno canale di confronto e verifica. Questo vuole dire strumentalizzare i genitori a meri fini politici".

Toti e Duranti hanno risposto "punto per punto. Per quanto riguarda il ritardo dell’inizio del servizio mensa, come la consigliera Rossi avrebbe dovuto sapere se informata sui fatti, la responsabilità non è del Comune, ma dalla mancanza degli insegnanti per garantire la copertura totale dell’orario scolastico anche nel pomeriggio. Per quanto riguarda lo stato dei servizi igienici e degli infissi, i tecnici comunali sono già intervenuti a inizio anno (a seguito di una segnalazione) per risolvere un problema di chiusura di una finestra, ma al momento agli uffici non risulta il sussistere di problematiche legate ai bagni. Sarà nostro impegno verificare la situazione con ulteriori sopralluoghi, oltre a quelli già fatti recentemente. La sicurezza dei bambini e del corpo insegnanti per noi è al primo posto".

"Questo vale anche per la gestione delle entrate e uscite da scuola. Un argomento già affrontato insieme alla polizia municipale e risolto con l’apertura dei cancelli dell’istituto nel momento dell’entrata (prima delle 8) per evitare lo stazionamento dei bambini sul marciapiede e con la chiusura al traffico della strada nel momento dell’uscita da scuola (intorno alle 13). Infine, per quanto riguarda la presenza di topi a scuola, siamo intervenuti a inizio anno scolastico per risolvere il problema, garantendo l’incolumità dei bambini".

"Siamo disponibili al confronto e al dialogo con i genitori, così come abbiamo sempre fatto finora, ma ricordiamo alla consigliera Rossi che è preferibile affrontare le problematiche attraverso i canali istituzionali" hanno concluso Toti e Duranti.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Cronaca