Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:SAN MINIATO13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 03 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, picchiano vigilante al McDonald's e si filmano: arrestati quattro trapper

Attualità venerdì 03 luglio 2015 ore 10:30

Benessere del Padule, Consorzio al lavoro

La manutenzione ha lo scopo di migliorare il deflusso delle acque e riqualificare alcune zone. Il sindaco Spinelli: “Un intervento importante"



FUCECCHIO — Le ruspe e gli operai incaricati dal Consorzio 4 Basso Valdarno sono all’opera per realizzare una serie di interventi di manutenzione straordinaria che hanno lo scopo di migliorare il deflusso delle acque e riqualificare alcune zone del Padule di Fucecchio.

Si tratta di un intervento propeduetico a una successiva azione che verrà messa in campo nel mese di agosto e che fa parte di quel progetto complessivo di depurazione delle acque, il cosiddetto “progetto Tubone”, che intende collegare gli scarichi civili di 42 comuni di Valdinievole, Valdarno e Valdera ai depuratori di Santa Croce sull’Arno e San Romano (i due impianti che trattano le acque delle concerie) dismettendo così un grandissimo numero di microdeperutatori.

“I lavori di questi giorni - spiega il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli – sono partiti in anticipo rispetto al previsto grazie alla sinergia tra enti e associazioni. Il Consorzio 4 Basso Valdarno ha risposto con celerità e responsabilità alle sollecitazioni di chi vive quotidianamente l’area umida del Padule anticipando gli interventi rispetto alle date previste inizialmente. E’ l’ennesima dimostrazione che quando c’è sinergia, quando i soggetti in campo si parlano e si ascoltano, si può arrivare a risultati importanti in tempi rapidi”.

E l’intervento attuamente in corso di svolgimento è senza dubbio di grande importanza. Intanto perché si svolge in punti nevralgici come il Canale del Capannone dove confluisce il torrente Pescia di Collodi. Qui le ruspe stanno rimuovendo i detriti accumulati col tempo per dar modo alle acque di defluire più correttamente senza deviare il corso del canale ed inquinare i chiari del Padule. Contemporaneamente sono in corso altri due importanti interventi come la ricavatura dei fossi e la rimozione di tutte quelle piante cadute in occasione degli eventi atmosferici più intensi ed eccezionali che si sono registrati nello scorso inverno. A questi interventi seguirà poi il rifacimento degli argini della Riserva Naturale delle Morette.

“Si tratta di un intervento molto importante – conclude il sindaco Spinelli – che una volta ultimato consentirà di migliorare l’habitat per la fauna del Padule e di scongiurare i rischi idraulici in caso di piogge intense, anche nei mesi futuri. Per questi motivi è stata una scelta quanto mai opportuna quella di anticipare i lavori rispetto alla tabella di marcia del progetto complessivo che invece ha bisogno di tempi e procedure più complesse”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'associazione santacrocese, impegnata nei servizi di assistenza sul territorio, chiama a raccolta i giovani Under 28 per il nuovo bando
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità