QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 2° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 14 dicembre 2019

Cronaca giovedì 21 novembre 2019 ore 17:50

Le sculture rubate tornano in cattedrale

Le due sculture lignee rubate nel 2000 sono state ritrovate grazie ad una attività investigativa svolta dai carabinieri. Oggi la riconsegna



SAN MINIATO — Due sculture lignee, intagliate e dorate, rubate nella Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Genesio il 6 aprile 2000, tornano a casa.

Le due opere sono state rinvenute grazie ad una attività investigativa svolta dal nucleo carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Bari.

La cerimonia di riconsegna delle due sculture si svolge alle 17 all’interno della Cattedrale, al termine della Santa Messa in onore della Virgo Fidelis, Santa Patrona dell’Arma dei Carabinieri.

Sono presenti il vescovo della diocesi di San Miniato, Mons. Andrea Migliavacca, il prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo, il sindaco Simone Giglioli, il comandante provinciale dei carabinieri Giulio Duranti, il comandante della compagnia di San Miniato Gennaro Riccardi e il comandante del nucleo carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Bari Giovanni Di Bella.

L’attività di recupero è scaturita da approfondimenti investigativi nell’ambito di una più articolata indagine del Nucleo TPC di Bari in relazione ad una serie di furti operati nella provincia di Foggia che ha permesso il recupero di diversi beni ecclesiastici, trafugati e successivamente immessi sul mercato. 

E’ risultata di determinante importanza la comparazione delle immagini delle due sculture con quelle contenute nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita e alimentata dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ha confermato la natura illecita della provenienza dei beni oggetto di restituzione, rinvenuti il 23 marzo 2016 presso un antiquario di Rossano Calabro (CS).

La restituzione odierna avvalora, altresì, l’importanza dell’opera di sensibilizzazione che le articolazioni di questo Comando quotidianamente compiono con i responsabili degli Uffici Diocesani, anche attraverso la divulgazione ai Parroci della pubblicazione “Linee Guida per la Tutela dei Beni Culturali Ecclesiastici”, realizzata da questo Comando nel 2014 unitamente alla Conferenza Episcopale Italiana che, oltre a contenere consigli pratici per la difesa dei beni chiesastici da eventi predatori, diffonde e valorizza le iniziative di catalogazione e censimento dei beni delle Diocesi che, con grande impegno, stanno conducendo in ordine al proprio patrimonio culturale.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca