Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:SAN MINIATO21°37°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, la sorella di una dispersa: «Se è vero che c'era stato un avviso, perché non li hanno fermati?»

Attualità mercoledì 04 novembre 2015 ore 15:00

Tanti studenti in piazza per commemorare

Insieme a molti alunni delle elementari il sindaco Spinelli ha ricordato i soldati caduti nella grande guerra e i militari impegnati all’estero



FUCECCHIO — C'erano oltre cento studenti ieri in piazza XX Settembre di fronte al monumento ai caduti, per la celebrazione del 97esimo anniversario della vittoria italiana della prima guerra mondiale (4 novembre 1918).

Gli alunni delle classi quinte della scuola elementare Carducci, erano insieme a molti membri di associazioni e autorità militari.

Durante la cerimonia il sindaco Alessio Spinelli ha deposto una corona di alloro al monumento ai caduti e ha salutato i cittadini intervenuti, gli studenti e gli insegnanti, ricordando il grande tributo di sangue (quasi 700 mila soldati italiani morti in totale) che l’Italia versò nella grande guerra:. “Il 4 novembre – ha detto il sindaco - è l’unica festa nazionale che abbia attraversato tutte le travagliate fasi storiche dell’Italia contemporanea, dall’età liberale a quella fascista, fino alla Repubblica. In questa occasione le più alte cariche dello stato rendono omaggio al Milite Ignoto presso l’Altare della Patria e il Sacrario di Redipuglia, dove sono custodite le salme di 100.000 caduti della guerra del ’15-’18. Colgo l’occasione per ricordare il costante impegno che l’Italia libera e democratica ha assunto nei confronti di quei paesi che liberi non sono, grazie alle nostre Forze Armate, che operano su mandato delle Nazioni Unite in tante parti del mondo, come testimoniano le ben 185 missioni all’estero della nostra storia, da quella in Crimea nel 1855 agli ordini del generale Alfonso La Marmora fino alle 25 missioni di pace o contro il terrorismo attuali, dislocate in ogni continente”.

Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri anche il capitano Giorgio Guerrini comandante della Compagnia dei Carabinieri di Empoli, e il maresciallo Pietro Pirina comandante della Stazione dei Carabinieri di Fucecchio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I contagi da Covid tornano sopra quota 100 nel bollettino di oggi, martedì 5 Luglio. Aumenti considerevoli anche nelle Province di Pisa e Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità