Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:05 METEO:SAN MINIATO10°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, le case in bilico e la distruzione provocata dalla frana: il video dal drone

Attualità venerdì 29 gennaio 2016 ore 17:30

I bei fiori delle Cerbaie che sbocciano d'inverno

Via alle escursioni nei territori fra Castelfranco, Fucecchio, Santa Croce. Spinelli: "Più li valorizziamo, meno degrado e attività illecite avremo"



CASTELFRANCO — La valorizzazione di un territorio passa attraverso la capacità di enfatizzarne la bellezza e così facendo, rendendolo sempre più presidiato e fruito, si allontana chi genera degrado e compie attività illecite. E' un po' questo il senso del lavoro di promozione svolto dal Consorzio Forestale delle Cerbaie insieme ai Comuni che lo appoggiano e delle escursioni invernali organizzate per far conoscere meglio queste zone comprese fra i territori di Castelfranco, Fucecchio e Santa Croce.

Tornano infatti da questa domenica 31 gennaio le passeggiate sulle colline delle Cerbaie, alla scoperta di pregiati paesaggi fioriti, che sbocciano nella stagione fredda e rendono i mesi di gennaio, febbraio e marzo un'assaggio di primavera.

"Attraverso quel soggetto attivo che è il Consorzio - ha commentato il sindaco di Castelfranco Gabriele Toti - cerchiamo di mantenere la ricchezza delle Cerbaie, facendo lavoro di squadra nella cura del fitto reticolo di strade vicinali, nella promozione turistica, nella valorizzazione ambientale".

"Questo vasto territorio deve essere un luogo di passeggiate - ha aggiunto il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli - ma anche un territorio in cui fioriscano attività nuove, ideate dai giovani, e per questo abbiamo contatti con le Università di Pisa e di Firenze, con Coldiretti. Per rendere il bosco sicuro - ha concluso il sindaco riferendosi alle problematiche legate allo spaccio di droga e alla prostituzione nella zona - bisogna curarlo e questo lo si fa con la manutenzione delle strade, l'organizzazione di iniziative, la promozione nelle scuole, l'impegno dei Comuni, delle forze dell'ordine e dei cittadini".

Curarlo significa appunto promuovere iniziative sul posto, come le escursioni. "Attraverso queste passeggiate - ha commentato l'assessore Marco Baldacci di Santa Croce - si scoprono particolarità uniche che spesso, pur essendo nati qui, non abbiamo mai visto".

E, come testimoniano il direttore del Consorzio Andrea Bernardini e il presidente Federico Grossi, queste tre iniziative a gennaio, febbraio e marzo mostreranno la caratteristica fioritura invernale della zona, forse ancor più bella di quella primaverile che anticipano.

Ecco gli appuntamenti:

- domenica 31 gennaio "I laghi ghiacciati dentro le valli e verso il Padule: la natura intatta e remota fra Querce e Crocialoni"

- domenica 21 febbraio "Dai paesi al silenzio: i boschi ignoti verso la valle del Rio di Ponticelli fra Galleno e Staffoli"

- domenica 6 marzo "Un prato di corolle sotto gli alberi: la foresta degli alberi monumentali e vetusti fra Cerretti e le Pianore"

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 29 Novembre, rialzo dopo il fine settimana con oltre 16mila tamponi processati. Nel Fiorentino altri 7 decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità