Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:SAN MINIATO21°37°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, la sorella di una dispersa: «Se è vero che c'era stato un avviso, perché non li hanno fermati?»

Attualità giovedì 11 settembre 2014 ore 17:33

Testai:"Ponte a Cappiano, niente è cambiato"

Una situazione di incuria ambientale nella zona della circonvallazione. Forza Italia: "Punire i responsabili e tutelare il decoro e la sicurezza"



FUCECCHIO — "Mi domando quanto tempo ancora c’è da aspettare per vedere tagliati a Fucecchio i rovi ed i canneti lungo la circonvallazione e sulla variante di Ponte a Cappiano perché la Provincia di Firenze, o chi per essa, sembra essersi dimenticata del nostro Comune, forse ritenuto, non solo in termini geografici, l’ultimo avamposto al confine con la provincia di Pisa".

Con queste parole il consigliere comunale Simone Testai esprime il suo dissenso in merito alla situazione di disagio creatasi lungo la circonvallazione, nonostante l'ordinanza che prevedeva l'obbligo di manutenzione dei cigli stradali entro il 31 agosto. Un obbligo che non era rivolto solo ai privati ma che anche agli entri pubblici interessati. Nel caso del comune di Fucecchio, gli organi di competenza sono la provincia di Firenze o l’Unione dei Comuni del Circondario dell’Empolese Valdelsa.

"Per rendersi conto dell'incuria - spiega Testai - basta osservare il tratto della Francesca bis compreso tra la rotatoria su viale Colombo e quella sul nuovo ponte sull’Usciana dove i canneti stanno ormai per invadere la sede stradale". 

Analoga situazione per quanto concerne la circonvallazione di ponte a Cappiano che corre lungo la valle dei Medici ed il tratto della vecchia Romana Lucchese fino alle Vedute. E i marciapiedi all’incrocio delle Vedute sono ricoperti di erba. 

"Mi chiedo se tenere le strade ed i marciapiedi in queste condizioni non è di fatto uno scempio ambientale e come mai, visto che in questo caso individuare le responsabilità non è certo laborioso e difficile - conclude Testai - non si interviene per ridare al nostro territorio quel valore che merita se anche gli enti preposti facessero la sua parte per tenerlo decoroso".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I contagi da Covid tornano sopra quota 100 nel bollettino di oggi, martedì 5 Luglio. Aumenti considerevoli anche nelle Province di Pisa e Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità