Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:06 METEO:SAN MINIATO9°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti: 10 anni di errori, ipocrisie, propaganda e il falso problema delle Ong

Cultura venerdì 04 febbraio 2022 ore 16:20

Il Giorno del ricordo in una mostra e a teatro

Santa Croce sull'Arno vista dall'alto
Foto di: Piero Frassi

L'amministrazione comunale ha organizzato alcuni eventi per celebrare il ricordo delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano dalmata



SANTA CROCE SULL'ARNO — Anche quest'anno, il Comune di Santa Croce celebra il Giorno del ricordo, istituito per ricordare i massacri delle foibe e l'esodo giuliano dalmata. Insieme al Tavolo della memoria, costituito dalle associazioni del territorio, sono state infatti organizzate delle iniziative dedicate a questa ricorrenza.

"Anche quest’anno purtroppo non abbiamo potuto portare avanti il programma che, come Tavolo della memoria, ci eravamo prefissati, ossia una serie di incontri di approfondimento storico - ha spiegato l'assessora alla Memoria Elisa Bertelli - abbiamo pensato comunque a un momento celebrativo, in grado di favorire una riflessione collettiva e personale sull’argomento".


Alla biblioteca comunale "Adrio Puccini" verrà allestita una vetrina di pubblicazioni che trattano gli argomenti dell’esodo, delle foibe e la storia del confine orientale. Inoltre, da lunedì 7 a sabato 12 Febbraio, verrà allestita la mostra “Le tragedie del confine orientale”, realizzata dalla Fondazione Memoria della deportazione.

Mercoledì 9 Febbraio alle 21, invece, è previsto al Teatro comunale uno spettacolo di e con Carlo Colombo, “Mili muoi - L’esodo dei miei”. Un racconto molto personale che l’autore e protagonista, figlio di profughi giuliano-dalmati, ha deciso di portare in scena, ricostruendo, attraverso l’esperienza diretta dei suoi parenti, le storie drammatiche di fughe via mare e via terra.

"Il 10 Febbraio è diventato parte integrante delle nostre riflessioni sulla memoria storica. Il programma di quest’anno prevede l’allestimento di una mostra che è stata pensata negli spazi aperti della biblioteca comunale, proprio perché potesse essere fruita liberamente da tutti - ha concluso la sindaca Giulia Deidda - per le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, non abbiamo potuto lavorare direttamente con le classi, ma abbiamo pensato ad un’attività serale alla quale possono partecipare sia gli adulti, sia le ragazze e i ragazzi con le loro famiglie".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati aggiornati alle ultime 24 ore. In Toscana sono state accertate oltre 1500 nuove positività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità