Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:SAN MINIATO13°21°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del rapimento di 5 soldatesse israeliane il 7 ottobre, insulti e sangue

Attualità domenica 05 marzo 2023 ore 09:55

Una fondazione a tutela dei palii

Redatto a Fucecchio il documento da presentare al Ministero. A sottoscriverlo 14 enti promotori di corse storiche che si tengono in 6 regioni d'Italia



FUCECCHIO — Una fondazione a tutela dei palii d'Italia. Ieri mattina i rappresentanti 14 enti promotori di corse storiche di cavalli, provenienti da 6 regioni d'Italia, si sono dati appuntamento a Fucecchio dove, dopo tre anni di confronto, è stato sottoscritto l'impegno a costituire l'ente e a presentare al Ministero delle politiche agricole un documento comune che valorizzi e tuteli questo tipo di manifestazioni, in un'udienza prevista per il prossimo 30 Marzo.

Da Toscana, Sardegna, Lazio, Marche, Lombardia e Veneto, le associazioni si sono riunito nello storico Palazzo della Volta, sede della Fondazione Montanelli Bassi, per proseguire il percorso iniziato nel 2019. L'obiettivo, spiega il Comune di Fucecchio è quello di "Difendere le tradizioni di ciascuna manifestazione, condividendo regole a tutela della salute dei cavalli, grazie alla costituzione di un ente rappresentativo di tutte le realtà coinvolte". L'ente con il quale sarà perseguito si chiamerà Federazione delle Corse Storiche d’Italia - Fondazione Aps. 

Ad accogliere i rappresentanti a Palazzo della Volta la vicesindaco di Fucecchio Emma Donnini e l’assessore al Palio di Fucecchio Daniele Cei.

All'incontro erano presenti anche il presidente dell'associazione Palio Città di Fucecchio, Nicolò Luca Cannella, l'assessore allo sport Fabio Gargani e i presidenti e capitani delle 12 contrade del Palio di Fucecchio. 

Nutrita la delegazione della Sardegna, presente con ben 4 rappresentative, in cui figurava tra gli altri il medico veterinario Giuseppe Sedda, rappresentante del Servizio Sanitario Nazionale per l'Asl 5 di Oristano ed esponente di diverse commissioni veterinarie. Da Roma ha partecipato al tavolo il Generale di Brigata dei Carabinieri Guido Castellano, che nel 2022 è divenuto presidente della commissione veterinaria del Palio di Fucecchio e che rappresenta la figura tecnica di riferimento. Terrà i rapporti con il Ministero e seguirà la riscrittura delle regole necessarie per la tutela delle corse storiche d’Italia.

"Tutti i palii presenti all'incontro, insieme a molti altri che hanno già manifestato la loro intenzione di aderire in seguito - si legge nella nota del Comune di Fucecchio- sentono forte la necessità di istituire un rapporto costante col Ministero e di collaborare attraverso la fondazione affinché si arrivi alla condivisione di norme adeguate a questo genere di manifestazioni".

“Nel 2019, proprio a Fucecchio ci fu una bellissima occasione di incontro e confronto tra i grandi palii d'Italia - ricorda la vicesindaca Emma Donnini - una tavola rotonda dal titolo molto significativo: Uniti nelle regole, diversi nelle tradizioni. Ed è proprio questo lo scopo della fondazione che tutti insieme vorremmo prendesse vita. Un organismo che possa salvaguardare l'unicità di ciascun Palio e di tutto il mondo che muove intorno a sé, e che allo stesso tempo possa occuparsi del rispetto di tutte quelle regole che i professionisti del Palio ben conoscono, in modo da rappresentare tutti quei popoli e quei colori che, attraverso queste manifestazioni, rendono unica la propria città”.

"Oggi è un momento storico per il Palio di Fucecchio e per tutte le corse storiche d'Italia - prosegue l'assessore al Palio Daniele Cei - e siamo orgogliosi di avere ospitato i rappresentanti di moltissime manifestazioni nazionali per ratificare la nascita di un ente forte e autorevole che rappresenterà i palii e le corse storiche negli anni a venire. Un incontro che segna dunque la fine della prima parte di un cammino intrapreso tutti insieme e che al contempo traccia l'inizio di un nuovo percorso che scriverà pagine importanti per il futuro di queste manifestazioni".

"Questa giornata - conclude il dottor Giuseppe Sedda - rappresenta una pietra miliare per prospettare un futuro sempre più roseo per le nostre manifestazioni. Alla base dei nostri palii vige l'ottica del benessere del cavallo, che a sua volta deve inserirsi all'interno di un quadro normativo preciso che definisca ruoli, compiti e specificità. Con le nostre manifestazioni siamo portatori di storie a tradizioni che abbiamo il dovere di salvaguardare e dobbiamo essere messi nelle condizioni di farlo nel miglior modo possibile".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Aiuti dal Governo e Tavolo sul settore moda: questo il doppio mandato per Giani. Pieroni: "Servono risposte", Galletti: "Priorità salute e ambiente"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità