comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 18°25° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
martedì 04 agosto 2020
corriere tv
Conte: «Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare»

Attualità domenica 15 dicembre 2019 ore 07:10

Scuola-museo nel nome di Leonardo

Gli alunni della scuola primaria “G. Carducci” hanno portato l’arte tra i banchi grazie al progetto eTwinning “Giocondi”



FUCECCHIO — Da scuola a museo il passo può essere breve. Nei giorni scorsi la scuola primaria “G. Carducci” di Fucecchio, nell’ambito del progetto eTwinning “Giocondi”, incentrato sul genio di Leonardo Da Vinci, ha permesso agli studenti di approfondire tanti aspetti legati all’arte e alle sue forme, con particolare riferimento proprio alle opere di Leonardo, trasformandosi in un vero e proprio museo tra i banchi.

Ogni classe che ha preso parte al progetto ha avuto un tema da sviluppare. La III A, insieme alle insegnanti Lucia Fattori e Maria Teresa Scarantino, ha sperimento tutte le fasi di realizzazione di un’opera d’arte ed in particolare del ritratto (l’ispirazione con le sue muse, il disegno e le tecniche pittoriche), approfondendo allo stesso tempo il lavoro e le opere di Leonardo. 

La classe III C, con le insegnanti Patrizia Moriani e Claudia Cappelli, ha realizzato il tg Leo, una web radio in cui i bambini hanno raccontato in chiave ironica il genio e le sue invenzioni, con un focus sulla tecnica del volo. 

La classe III D, guidata dall’insegnante Ilaria Gradassi, ha preso spunto dai dipinti leonardiani per sviluppare l’aspetto emozionale, attualizzando i contenuti di alcune opere in chiave umoristica e capovolgendo la prospettiva dal punto di vista dei bambini. 

La classe III E, con le insegnanti Lorella Daniero e Sibilla Panicucci, referenti del progetto, ha realizzato divertenti giochi con protagonista Leonardo, utilizzando materiale di recupero e coinvolgendo le famiglie nella loro costruzione, per sviluppare momenti di condivisione in cui dar libero sfogo alla creatività e alla tecnologia manipolativa. 

Le classi V A-C-E , insieme all’insegnante Gerardina Grieco, hanno valorizzato le competenze paesaggistiche e cartografiche del genio, effettuando una ricostruzione di Vinci in prospettiva con le tecniche del chiaro scuro e della sovrapposizione. 

La VB, con le insegnanti Grazia Lasalvia e Lisa Nerucci, ha analizzato la tecnica del carboncino, ponendo l’accento sull’espressività dei volti leonardiani e sui disegni preparatori delle invenzioni. 

L’ex classe V C, guidata dalle insegnanti Monica Rofi e Cristina Pratesi, oltre che rivisitare in chiave moderna la Gioconda, ne ha riprodotto con materiale di recupero una gigantografia con l’uso della pixel art. 

Gli studenti delle ex classi V A e V E, insieme all’insegnante Sibilla Panicucci, hanno costruito rispettivamente una fedele riproduzione del paracadute e del ponte leonardiano, assumendo il ruolo di piccoli inventori.

L’evento è stato impreziosito dalla presenza di un Leonardo in carne ed ossa, alias Lorenzo Zingoni dell’associazione Memento Ridi, che ha sbalordito i piccoli con il suo prototipo super realistico di ornitottero, e dalla narrazione coinvolgente di favole leonardiane da parte dell’esperto teatrale Sergio Bulleri. Ospiti il sindaco Alessio Spinelli e l’assessora alle Politiche Educative Emma Donnini che hanno apprezzato tutti gli elaborati, complimentandosi con bambini e docenti e lasciando le loro positive impressioni anche sul twinspace della piattaforma.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità