Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:30 METEO:SAN MINIATO14°20°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiume di fango sfiora le case: a Formia frana la montagna dopo il nubifragio

Attualità martedì 03 luglio 2018 ore 16:09

Operazione Sottobosco, il plauso di Spinelli

Il sindaco si è complimentato con le forze dell'ordine per la brillante operazione che ha bloccato il traffico di cocaina dall'Olanda verso l'Italia



FUCECCHIO — A seguito dell'operazione dei Carabinieri di questa mattina, ribattezzata Sottobosco, legata ad un’indagine che ha portato all’arresto di 22 persone, il sindaco Alessio Spinelli ha espresso il proprio ringraziamento alle forze dell’ordine.

"Mi congratulo con le Forze dell’Ordine, e con i Carabinieri in particolare, per la brillante operazione che, dopo due anni di indagini, ha permesso di assestare un duro colpo alla criminalità organizzata e in particolare di sgominare un gruppo dedito all’importazione e allo spaccio della droga. I 22 arresti messi a segno tra Emilia Romagna e Toscana meritano un plauso da parte di tutte le istituzioni. Io voglio rivolgere il mio plauso personale al Generale di Brigata Nicola Massimo Masciulli comandante della Legione Toscana, al Colonnello Giuseppe De Liso comandante provinciale dei Carabinieri di Firenze, al capitano Giorgio Guerrini, comandante della compagnia Carabinieri di Empoli, e al maresciallo Pietro Pirina, comandante della Stazione dei Carabinieri di Fucecchio. Li ringrazio, e ringrazio i loro uomini, per l’impegno quotidiano profuso a servizio dei cittadini nella difesa dell’ordine pubblico e nel contrasto alla criminalità.

La vastità dell’operazione e delle aree interessate, da grandi città a macro aree periferiche passando per cittadine di provincia, ci dice anche quanto il mercato della droga e il dilagare dell’uso degli stupefacenti sia oramai un fenomeno di proporzioni gigantesche che vede organizzazioni criminali, anche internazionali, sviluppare traffici economici che fruttano milioni e milioni di euro guadagnati alle spalle dei nostri concittadini.

Non possiamo però voltarci dall’altra parte e fingere che il fenomeno abbia soltanto risvolti criminosi. Tutta questa offerta di stupefacenti c’è perché c’è molta richiesta. La diffusione delle droghe è un fenomeno che non accenna a diminuire ma che anzi, negli ultimi anni sta interessando strati sempre più ampi della popolazione. E allora accanto ad una durissima repressione occorrono anche forti politiche di prevenzione messe in atto da parte dello Stato. Repressione e prevenzione devono andare di pari passo, soltanto così potremo ridurre il consumo di stupefacenti.

A Fucecchio, con l’avvento della nuova caserma e l’elevazione a Tenenza dell’attuale stazione dei carabinieri, avremo un maggior presidio delle forze dell’ordine sul nostro territorio; al momento sono in atto le procedure amministrative, nel rispetto della complessità delle norme, che consentiranno di avviare i lavori per la realizzare la nuova caserma. Oltre al presidio del territorio contiamo poi in una sempre maggiore collaborazione tra istituzioni e forze dell’ordine ed anche con l’Associazione Nazionale Carabinieri che a Fucecchio sta già svolgendo molti servizi di “presidio civico”.

Grazie alle forze dell’ordine, Fucecchio è dalla vostra parte".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, giovedì 29 Settembre, sono stati riportati oltre 11mila tamponi processati. In Provincia di Firenze registrati 4 nuovi decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità