Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:SAN MINIATO13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Principe Filippo, colpi a salve di cannone in tutto il Regno Unito

Attualità lunedì 08 marzo 2021 ore 10:09

Covid in salita, nuova stretta

Il sindaco annuncia nuovi provvedimenti per arginare il contagio tornato ai livelli di fine novembre. La firma delle ordinanze attesa in giornata



FUCECCHIO — Un balzo in avanti dei numeri e il contagio da Covid a Fucecchio torna ai livelli di fine novembre e inizio di dicembre.  Nell'ultima settimana sono stati 91 i tamponi positivi, contro i 60 di quella precedente.

"La situazione - ha detto il sindaco Alessio Spinelli - è sicuramente più critica rispetto a qualche settimana fa e di conseguenza dobbiamo assumere provvedimenti che limitino in maniera più stringente gli assembramenti".

Dagli 89 casi di Gennaio si è passati ai 217 di Febbraio. Marzo poi è iniziato a ritmi ancora più alti, con 85 casi in appena 6 giorni.

"Mi pare evidente che non tutte le persone siano consapevoli dei rischi che si corrono e che si fanno correre agli altri non rispettando le norme anti Covid. E' quindi necessario innalzare il livello dei controlli" commenta il sindaco annunciando una stretta. Le prime ordinanze potrebbero arrivare in giornata.

"Firmerò alcune ordinanze per chiudere al pubblico parchi e giardini e per vietare il consumo di cibi e bevande nelle immediate vicinanze dei locali pubblici - annuncia Spinelli-. Stiamo valutando anche la situazione delle attività sportive che prevedono il contatto tra atleti senza che sia possibile l'uso della mascherina. Ma su questo al momento ci sono soltanto alcune ipotesi al vaglio. Quel che è certo, invece, è che dai prossimi giorni, in accordo col prefetto di Firenze, grazie alla presenza delle forze dell'ordine sul territorio, aumenteremo il livello e la quantità dei controlli. Lo dico con un certo dispiacere ma se i consigli e le raccomandazioni non sono sufficienti bisogna passare anche alle sanzioni. Sulla salute pubblica non si può scherzare".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo, di origini napoletane, era molto conosciuto nel comprensorio del cuoio dove viveva, e in Valdera. Aveva un'attività a Peccioli
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità