Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:50 METEO:SAN MINIATO21°36°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Morabito, chi è l'ambasciatore «nobile» della ‘ndrangheta

Attualità sabato 09 agosto 2014 ore 10:37

Festival del pensiero popolare e Palio di S. Rocco

Dal 10 al 16 agosto San Miniato festeggia il santo pellegrino. Sette giorni in viaggio con i sette sensi. Direzione artistica di Andrea Mancini



SAN MINIATO — Il "Festival del Pensiero Popolare" alla sua IV edizione fa da cornice anche quest'anno al "Palio di San Rocco Pellegrino"a San Miniato. Una kermesse suggestiva dedicata al protettore della Via Francigena. Tema centrale della manifestazione, dal 10 al 16 agosto, sarà il viaggio coniugato in 'sette sensi': vista, udito, olfatto, gusto, tatto, cuore, anima. 

Anche quest'anno il cammino sarà il protagonista del Festival del pensiero popolare / Palio di San Rocco Pellegrino, il cammino della via Francigena, quello di processioni laiche che attraverseranno la città, quello notturno per trovare gli spazi del teatro, che sarà naturalmente quasi sempre teatro camminato, raramente seduto. 

"L'Associazione europea delle vie Francigene - spiega Andrea Mancini, direttore del Festival - ha individuato nel Palio di San Rocco una manifestazione significativa da sfruttare come strumento di attrazione. L'obiettivo è dare al Festival un taglio più turistico per avere una visibilità nazionale. Per questo stiamo già collaborando da mesi con i tour operator e con le strutture ricettive di San Miniato".

Quest’anno, grazie a Giovanni Corrieri, il poeta delle strade, ci sarà una novità, tre bellissimi itinerari intorno alla città di San Miniato, con il titolo “La Francigena per chi ci sta”. In questi anni sono stati molti quelli che hanno lavorato per ripristinare gli antichi sentieri, per ridare poesia a un paesaggio che resta meraviglioso, Giovanni è certo uno dei protagonisti, insieme a lui Maresco Martini, Anna Braschi e tanti altri che ci accompagneranno nelle nostre bellissime passeggiate.

La prima giornata comincerà domani, domenica 10 agosto, alle 17 dalla chiesa dei Santi Stefano e Michele dove Giulio Greco darà inizio al Festival con l’inaugurazione della sua installazione scultura dedicata a “L’Angelo di Pittari”, ispirata al San Michele Arcangelo, che la popolazione di Caselle in Pittari, nel cuore del Cilento, ha donato proprio a quella chiesa, che rappresenta però anche incontro tra arte e natura, nell’odio-amore con il Demonio, che ha comunque la parte del co-protagonista nella rappresentazione dell’angelo. 

Questa cerimonia inaugurale sarà anche occasione per dare il via al lavoro di una nuova aggregazione di artisti e uomini di cultura. L’associazione a cui domenica verrà anche dato un nome, cercherà nei prossimi mesi e anni di essere presente con interventi, mostre e performance artistiche nel panorama nazionale, ma anche in quello locale.

Subito dopo sarà la volta di Giovanni Corrieri che guiderà i visitatori alla scoperta dei misteri della “Francigena per chi ci sta”, ad esempio il vicolo della fornace, scomparso dagli anni 30 del Novecento, ma che con un po’ d’attenzione si può ancora scoprire vicino alla scuola media e soprattutto dietro di lei, lungo il tracciato di quelli che erano gli antichi vicoli carbonai, solo in parte recuperati.

Ancora nel pomeriggio, verso le 18 e 30, nell’oratorio di San Rocco in piazza Buonaparte, avrà luogo uno dei viaggi del festival, quello delle Balie, le prime donne migranti che abbiamo avuto in Italia, fino dalla fine dell’800. Come racconteranno Adriana Dadà e Giuseppe Faso, queste donne coraggiose si spostarono in Italia e all’estero, con il solo passaporto del loro latte. Sullo stesso argomento sarà possibile assistere anche allo spettacolo interpretato da Benedetta Giuntini, insieme a Gloria Grazzini e Andrea Mancini, che tanto successo ha avuto durante l’ultimo festival di Veroli, dove è stato replicato ben otto volte.
La serata si concluderà al Palazzo Del Campana Guazzesi, a cura della Filarmonica Verdi, con la cena per chi vorrà e un intrattenimento a sorpresa di carattere comico musicale.

L' evento è organizzato dalla Filarmonica Giuseppe Verdi in San Miniato dal 1814 in collaborazione con il Comune di San Miniato, San Miniato Promozione, la Provincia di Pisa, la Regione Toscana, l'Associazione Europea delle Vie Francigene, l'Associazione Toscana delle Vie Francigene e le Veglie Francigene. Ha partecipato anche l'ASP Del Campana Guazzesi, i Moti Carbonari, Slow Food San Miniato e l'Accademia degli Euteleti.

Nella serata conclusiva della manifestazione consegnato il Premio di San Rocco 2011 a Riccardo Marasco, famoso cantautore italiano. Per informazioni dettagliate sul programma consultare la pagina facebook Festival del pensiero popolare / Palio di San Rocco Pellegrino.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I contagi da Covid tornano sopra quota 100 nel bollettino di oggi, martedì 5 Luglio. Aumenti considerevoli anche nelle Province di Pisa e Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità