Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:SAN MINIATO13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 28 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Centrodestra ha tentato di dividerci, ho sbagliato a fidarmi»

Attualità venerdì 23 settembre 2016 ore 18:25

Waste e cattivi odori, gli interventi di Arpat

​Gli interventi all'impianto gestito dalla Waste Recycling mirati all'impianto di depurazione biologica e alle due vasche di ossidazione



CASTELFRANCO DI SOTTO — A seguito dell'intervento in reperibilità notturna svolto dai tecnici ARPAT il giorno 11 settembre 2016, le attività del Dipartimento di Pisa sono riprese nei giorni immediatamente successivi, al fine dievidenziare le eventuali criticità all'origine dei cattivi odori notturni.

Il sopralluogo della tarda notte/prime ore del mattino di domenica 11 aveva permesso di accertare l'effettiva presenza di odori diffusi intorno allo stabilimento Waste Recycling SpA di Via Malpasso, provenienti dall'impianto di depurazione; dall'esterno è stato possibile osservare solo un rilascio di vapori in corrispondenza del comparto di ossidazione biologica – Linea B.

Il giorno 13 settembre è stato avviato un nuovo sopralluogo, mirato in particolare all'impianto di depurazione biologica, per verificare il completamento degli interventi di chiusura delle 2 vasche di ossidazione (come prescritto dal Decreto Dirigenziale Regione Toscana 6235/2016).

Nel corso dell'ispezione è stato rilevato quanto segue.

Per quanto riguarda la linea B di ossidazione biologica, le coperture nuove erano presenti e completate, ad eccezione di 2 aperture del diametro di circa 50 cm, previste per il collegamento con i collettori di aspirazione di prossima realizzazione. Tale vasca risultava ossigenata con aria proveniente dalla sala compressori, di cui il personale ARPAT ha avvertito nettamente il funzionamento l’11 settembre; l'aria immessa ha dunque provocato lo “strippaggio” dei vapori in aria ambiente attraverso le due aperture prima menzionate, come rilevato dagli stessi operatori ARPAT.

La linea A, di dimensioni superiori alla linea B, risultava ancora mancante di copertura per la parte relativa proprio alla vasca circolare di ossidazione.

La copertura di questa vasca di dimensioni significative, secondo quanto riferito dal gestore, ha comportato lavori infrastrutturali non previsti dal progetto iniziale, che hanno richiesto tempi di realizzazione più lunghi del previsto.

Sulla linea A, dal pomeriggio del giorno 7 settembre, la ditta ha avviato le operazioni di riempimento della vasca, completamente svuotata per gli interventi strutturali sulle coperture, ma il trattamento di ossidazione (con ossigeno liquido, prescritto dalla Determinazione Dirigenziale 5219/2014 della Provincia di Pisa di aggiornamento dell’atto di AIA.) è stato attivato solo dal giorno 12 settembre.

Essendo la vasca ancora priva della copertura, si può verosimilmente ritenere che queste operazioni siano state all’origine delle maleodoranze che si sono manifestate proprio tra mercoledì 7 e lunedì 12.

In tale periodo sono state infatti ricevute numerose segnalazione da parte degli abitanti di Castelfranco di Sotto (Via Nuova Francesca, via delle Confina, via Usciana) di cattivi odori nelle ore serali-notturne.In aggiunta, nel corso dello stesso periodo, ARPAT non ha avuto evidenze di alterazione dei parametri trasmessi dalla ditta Waste Recycling al Centro di Telerilevamento di San Romano, con particolare riferimento ai valori trasmessi dai rilevatori di ossigeno.

Questo aspetto tecnico è stato segnalato - nel corso del sopralluogo del 13 settembre - all'azienda, che ha riferito di procedere ad una revisione dello stato di funzionamento del sistema interno di trasmissione dei dati verso il Centro di Telerilevamento.

Di tutti questi accadimenti è stata informata la Regione Toscana, Settore autorizzazioni ambientali, in qualità di Autorità competente per il rilascio dell'Atto autorizzativo della Ditta in questione


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco i dettagli per i Comuni del Distretto. Rispetto all'ultima rilevazione, si registra un minimo aumento. In Toscana le nuove positività sono 12.357
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità