Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:SAN MINIATO20°38°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 03 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, si stacca un seracco di ghiacciaio a Punta Rocca: il video del crollo

Politica domenica 19 gennaio 2014 ore 10:00

Amministrative, Toti conferma la sua disponibilità: "Serve un cambiamento"

Clima ancora incerto sulla candidatura che il Pd presenterà in vista delle prossime elezioni



CASTELFRANCO — Di sicuro c’è soltanto il fatto che Gabriele Toti, vicesindaco uscente, ha dato la sua disponibilità. “L’ufficializzazione non c’è ancora. Per adesso il partito è in una fase di confronto con una serie di incontri all’interno dei circoli. Per l’ufficialità dobbiamo aspettare il 31 gennaio: se ci sono altri candidati andremo alle primarie, altrimenti correrò io”, dichiara il vicesindaco.

La sua, in effetti, è una situazione sui generis: dal 13 giugno 2013, quando è venuto a mancare il sindaco Umberto Marvogli, Toti ha di fatto assunto le funzioni di sindaco. “Ho scelto di mantenere il mio ufficio, anche se svolgo le mansioni del primo cittadino, come prevede la normativa”, spiega ancora Toti.

Quali sono le motivazioni che l’hanno portata a candidarsi?

“Principalmente l’esperienza maturata in questi mesi in cui mi sono trovato a dover gestire il Comune. E’ stato un subentro dovuto ad un evento certamente non voluto, la prematura scomparsa di Umberto (Marvogli, ndr), che mi ha portato a svolgere a pieno titolo le mansioni di sindaco”.

Rispetto al sindaco Marvogli, si sente in continuità?

“Io ero molto legato ad Umberto. Con lui ho condiviso nove anni di amministrazione del Comune di Castelfranco. Tuttavia credo sia necessario un cambiamento, ci sono molte situazioni sulle quali occorre intervenire”.

Per esempio?

“Per prima cosa, dobbiamo mettere mano alla struttura del personale. Questo significa valorizzare le professionalità che ci sono, ma anche migliorare il rapporto con l’esterno sul piano della responsabilità e dell’attenzione al dialogo con i cittadini. Fino ad ora nel Comune di Castelfranco abbiamo avuto una struttura di tipo verticistico, con un direttore generale come figura di riferimento, scelta voluta dal sindaco Marvogli. Io immagino invece un Comune dove questo ruolo non ci sarà più; semmai ci sarà un segretario in comunione con altri enti. Il fatto di aver ridotto le indennità del direttore generale è una scelta che va proprio in questo senso”.

Come ha già avuto modo di esternare altre volte, lei è favorevole all’Unione dei Comuni del Valdarno Inferiore. Ma che cosa cambierà per Castelfranco con l’ingresso nel nuovo ente?

“Castelfranco dovrà avere una funzione rinnovata all’interno del nuovo ente. Da un lato dovrà far valere il suo ruolo di Comune-baricentro del Valdarno pisano, dall’altro partecipare a quelle strategie di economicità e rispetto dei ruoli verso i quali l’Unione punta. E’ chiaro che ci sarà particolare attenzione proprio alle modalità di svolgimento dei servizi”.

Qual è la ricetta per la Castelfranco che vorrebbe?

“Penso ad un comune che sappia immaginare il proprio futuro e compiere le proprie scelte con uno sguardo al domani. Però penso anche alla necessità di non lasciare per strada gli aspetti legati alla gestione del proprio patrimonio, con una particolare attenzione al quotidiano: l’associazionismo, il mantenimento delle aree a verde pubblico, la fruizione di tutti i luoghi di riferimento importanti per la cittadinanza, la valorizzazione del centro storico e un aiuto alle nostre imprese”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le nuove positività emergono dal bollettino regionale che fotografa le ultime 24 ore sul fronte Coronavirus. In Toscana oltre 4000 nuovi positivi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità