comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:03 METEO:SAN MINIATO13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 30 novembre 2020
corriere tv
Napoli, poker alla Roma con dedica a Maradona

Attualità sabato 24 ottobre 2020 ore 12:17

Premiazione per otto donne

Premiate otto donne santacrocesi dal sindaco Deidda e dall'assessore Braccini: "Otto donne per l'otto marzo" nella Sala del Consiglio Comunale



SANTA CROCE SULL'ARNO — Anche nel 2020 il Comune di Santa Croce sull'Arno celebra le donne che si sono distinte per il loro percorso professionale, sociale o culturale. "Otto donne per l'otto marzo" è il titolo dell'iniziativa che si è svolta questa mattina, sabato 24 ottobre 2020, nella sala del Consiglio Comunale di Santa Croce sull'Arno.

"A marzo il lockdown ci ha impedito di organizzare questo momento in presenza, così lo abbiamo rimandato fino ad oggi. E anche se non è possibile farlo davanti a tante persone, perché le presenze ammesse nella sala sono limitate, abbiamo pensato che fosse importante consegnare queste pergamene alle donne che hanno fatto un bel pezzo di storia del nostro territorio".

Così l'assessore Nada Braccini, presentando l'iniziativa.

Le donne che ricevono un riconoscimento sono: Virginia Joannas, giovane atleta; Pamela Dandria, addestratrice cinofila; Chiara Gorgeri, Miss Toscana 2019; Romina Grieco, titolare di "Fiori e Colori"; Alessia Toni e Annalisa Petri, fondatrici della libreria "Colibrì"; Maria Taddei, sindaca di Santa Croce sull'Arno negli anni Ottanta, ma anche deputata e senatrice per il PCI e per il PDS; Miriana Angiolini, poetessa; Micol Carmignani, titolare di una casa editrice.

Giulia Deidda, sindaco di Santa Croce sull'Arno, commenta: "Queste donne hanno raggiunto risultati straordinari nell'arco della loro vita. Alcune di loro sono giovanissime, e hanno davanti a sé ancora tante possibilità di immaginare e realizzare nuovi sogni. Altre sono state un faro, per tutta la comunità santacrocese, per tutte le donne, anche per me. Penso a Maria Taddei, che prima di me è stata sindaco di Santa Croce sull'Arno in tempi in cui fare politica per le donne di provincia non era affatto scontato. Anche nel PCI c'era tanto maschilismo, e alle riunioni partecipavano più che altro gli uomini. Maria è stata un punto di riferimento per tutta la classe dirigente che si è formata nel nostro territorio, e tutta Santa Croce le è riconoscente per la sua presenza, per il suo impegno, per l'esempio che ha dato.

Premiare le donne significa esortarle ad essere orgogliose dei loro risultati, e a diffondere l'idea che non è strano raggiungere un obiettivo, ma anzi. È possibile e bello, per le ragazze e per le donne. Premiare le donne significa far sì che le bambine di oggi diventino persone capaci di immaginarsi liberamente nei ruoli che amano, senza sentirsi limitate semplicemente per il fatto di essere donne. Questo di stamattina è un momento importante per le protagoniste che abbiamo citato e applaudito, ma anche per le prossime donne che conosceranno altri nuovi traguardi". 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità