QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 14°27° 
Domani 15°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 21 settembre 2018

Attualità sabato 10 marzo 2018 ore 16:00

Tari meno cara per il 2018

Via libera del consiglio comunale alle nuove tariffe per raccolta e smaltimento dei rifiuti. In quattro anni sono diminuite di circa l'8 per cento



SAN MINIATO — Approvate dal consiglio comunale di San Miniato le tariffe Tari per l’anno 2018. "Grazie al lavoro svolto dagli uffici per l’allineamento della banca dati - hanno annunciato dal Comune in una nota stampa - e anche all’impegno profuso dai cittadini per il corretto conferimento dei rifiuti (anche l’anno 2017 vede il Comune di San Miniato molto vicino all’80% come percentuale di raccolta differenziata) sono diminuiti i costi di smaltimento grazie al conferimento corretto dei rifiuti differenziati, alla diminuzione di quelli destinati allo smaltimento, alla riduzione dei costi amministrativi ed è stato registrato un miglioramento positivo dei pagamenti da parte degli utenti".

Queste gli elementi che hanno permesso di ridurre le tariffe di circa il 3% sulle utenze domestiche e di circa il 4,5% su quelle non domestiche.

Il piano finanziario è stato inoltre variato ed integrato inserendo la fornitura dei sacchi grigi per il rifiuto indifferenziato insieme al kit annuale, oltre a confermare 114mila euro di risorse destinate ad agevolazioni e riduzioni per chi conferisce correttamente. Le tariffe approvate, infatti, mantengono invariate tutte le agevolazioni e le riduzioni già esistenti nel 2017.

Complessivamente il servizio nel Comune di San Miniato ha un costo di circa 5,3 milioni di euro, cifra che raccoglie i servizi, gli smaltimenti e altre componenti tariffarie, per un numero di utenti serviti su tutto il territorio sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente, pari a 11.616 utenze domestiche e 2.015 non domestiche (in totale 13.631 utenti).

“Il passaggio al servizio “porta a porta” è stata una scelta precisa dell'amministrazione comunale tesa a promuovere politiche ambientali e di riciclo dei rifiuti – spiegano il sindaco Vittorio Gabbanini e l'assessore al bilancio Gianluca Bertini -. I benefici di un percorso che presenta costi maggiori per la raccolta effettuata in maniera capillare sul territorio, cominciano a dare i primi risultati positivi: per il quarto anno consecutivo non si sono registrati aumenti tariffari anzi, nel periodo 2015-2018, le tariffe sono addirittura diminuite circa dell'8% sia per quanto riguarda le utenze domestiche, sia per quelle non domestiche”. Da sottolineare anche l'elevata percentuale di raccolta differenziata effettuata sul territorio, ben oltre la soglia da raggiungere entro il 2020, come prevedono gli obiettivi europei. Nel 2017 sono state complessivamente raccolte sul nostro territorio 12.704,07 tonnellate di rifiuti (tutte le tipologie).

“Questo risultato è frutto della collaborazione con i cittadini che hanno incrementato l'attenzione nel conferimento corretto dei rifiuti – e concludono -, tuttavia è necessario tenere alto il livello di guardia per quanto riguarda il fenomeno degli abbandoni, in modo da ridurre i costi aggiuntivi per lo smaltimento straordinario e salvaguardare il nostro territorio”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Imprese & Professioni

Imprese & Professioni

Politica