Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:SAN MINIATO13°26°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Fedez e Garance Authié a Montecarlo, la nuova coppia non si nasconde più

Attualità domenica 13 novembre 2016 ore 14:00

​Il distretto conciario punta alla Corea

Missione a Seoul del consorzio conciatori di Ponte a Egola. Il presidente Matteoli: “Territorio strategico”



SAN MINIATO — Il distretto conciario del Cuoio punta alla Corea per esportare le sue eccellenze. In questi giorni si è tenuta a Seoul la missione “Tuscany Style Experience”, organizzata dalla Regione Toscana in collaborazione con la Italian Chamber of Commerce in Corea.

Il distretto di Santa Croce (250 concerie per un miliardo è mezzo di fatturato, di cui oltre il 60% destinato all'export) è stato rappresentato da Michele Matteoli, presidente del Consorzio Conciatori di Ponte a Egola. Matteoli, nella sessione dedicata ai distretti, ha illustrato i traguardi e le potenzialità del mondo della pelle e del cuoio in Italia e in Toscana, i successi raggiunti in termini di sostenibilità ambientale e di certificazioni del settore, così come l'eccellenza nella produzione capace di interpretare le esigenze della moda e le richieste di mercati sempre più esigenti.

"E' stata un'esperienza importante - ha spiegato Matteoli - che aiuterà a consolidare e valorizzare il rapporto tra il nostro distretto con una realtà che, nello scacchiere internazionale, si sta rivelando strategica per il comparto: l’economia coreana sta crescendo molto ed è molto attenta da ciò che arriva da occidente".

L'importanza della Corea del Sud per il settore conciario è dimostrata dai numeri. L’interscambio tra Italia e Corea del Sud nell’area pelle è cresciuto esponenzialmente: da 237 a 552 milioni di euro, a tutto vantaggio degli operatori italiani (537 milioni di export contro 14,4 di import). Inoltre tra i maggiori prodotti in crescita, troviamo le calzature in pelle (112 milioni di euro di export nel 2015), gli articoli di pelletteria (293 milioni di euro) e le pelli (70 milioni di euro). Da evidenziare anche che sono state recentemente rimosse le ultime restrizioni all’interscambio tra Ue e Corea del Sud con un aumentato del business tra i due Paesi del 55 per cento, con punte del 70 per cento.

Ai lavori della due giorni coreana ha preso parte, inaugurando il convegno, l'ambasciatore d’Italia in Corea Marco Della Seta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Traffico paralizzato lungo la Strada di Grande Comunicazione tra Pontedera e Montopoli in direzione Firenze: Vigili del Fuoco al lavoro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Attualità

Cronaca