Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:SAN MINIATO7°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 08 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Gianni Morandi entra con una scopa in mano

Attualità martedì 06 ottobre 2015 ore 17:12

Nasce un laboratorio cittadino su beni comuni

Un percorso per rafforzare la comunità: è il progetto dell'amministrazione comunale per la gestione degli spazi pubblici del territorio



CASTELFRANCO DI SOTTO — S'intitola Castelfranco Bene Comune il progetto che l’amministrazione comunale promuove per rilanciare la cultura della collaborazione tra Comune, cittadini, associazioni e privati, rafforzare il tessuto di comunità e incoraggiare la cura condivisa dei beni comuni del territorio. 

Il progetto ha preso avvio con una riflessione sugli spazi verdi della città e con l’approvazione del regolamento comunale per l’adozione di aree verdi.

Il regolamento ha l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza nella gestione attiva degli spazi pubblici della città e facilita la stipula di convenzioni tra il Comune e tutti i soggetti interessati a prendersi cura di un’area verde: cittadini singoli; cittadini costituiti in forma associata (associazioni, anche non riconosciute, circoli, comitati); organizzazioni di volontariato; parrocchie, enti religiosi; soggetti giuridici; operatori commerciali. Il regolamento ha dato già ottimi risultati e quasi 20 aree sono state adottate da altrettanti soggetti (associazioni e gruppi di cittadini) che hanno avviato lavori di manutenzione ordinaria ed in alcuni casi vere e proprie migliorie, come la piantumazione di fiori e la realizzazione di sedute.

Ora l’amministrazione si pone l’obiettivo ambizioso di incoraggiare i residenti a sperimentare una vera e propria co-progettazione dei parchi della città, a partire da due aree cittadine specifiche: il parco di piazza Franceschini e il parco tra via San Severo e via Romboli.

Gli abitanti e gli utilizzatori di questi spazi saranno invitati a confrontarsi e a progettare insieme in un percorso sperimentale finalizzato a coinvolgere la comunità e a disegnare un nuovo approccio alla gestione degli spazi. Le aree scelte per partire hanno caratteristiche e bisogni diversi ma in entrambe i residenti possono essere trovate soluzioni condivise a problemi comuni: come rendiamo il parco vissuto, come minimizziamo il degrado? Quali attività potremmo realizzarci?

Il progetto è partito con una mappatura degli attori che gravitano attorno alle aree verdi (utilizzatori, associazioni di rappresentanza dei residenti o di particolari categorie – es. disabili, migranti, sportivi, etc) e prosegue nel mese di ottobre con una serie di interviste ai soggetti individuati condotte da Sociolab, la cooperativa esperta di processi partecipativi che ha disegnato il percorso assieme all’Amministrazione. Le interviste punteranno a far emergere bisogni, priorità di intervento e a cominciare a delineare le possibili modalità di collaborazione a partire da quelle che sono le risorse umane e ambientali del quartiere. Il progetto entrerà nel vivo a novembre quando assieme agli abitanti saranno fissati dei veri e propri incontri di quartiere per progettare e disegnare insieme il futuro dei due parchi e restituire loro nuova vita. I partecipanti agli incontri saranno accompagnati da facilitatrici esperte che li aiuteranno a individuare le risorse a disposizione e quelle necessarie e ad pianificare con l’aiuto del Comune vere e proprie iniziative di quartiere da realizzare in primavera con la collaborazione di tutti.

“Il progetto è ambizioso, ma siamo fiduciosi - afferma l’assessore all’ambiente, Federico Grossi -. Progetti con intenti simili da New York a Piombino insegnano che la collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la gestione di spazi pubblici può veramente cambiare il modo di vivere una città, ricostruire il tessuto di comunità dove questo si è nel tempo sfilacciato e risolvere problemi di convivenza e di incuria. E a Castelfranco sappiamo che ci sono cittadini e cittadine capaci di rendere questo approccio realtà. Lo stiamo già vedendo con le aree verdi assegnate”.

“Il percorso che stiamo portando avanti era un chiaro punto del nostro programma elettorale – dichiara il sindaco Gabriele Toti – e stiamo riuscendo nel nostro intento. Siamo l’unico Comune della zona a sperimentare un progetto originale con sconto Tari capace allo stesso tempo di riscoprire le relazioni ed i legami all’interno della comunità migliorando al tempo stesso le nostre aree verdi, convinti dell’idea che una comunità più unita sia anche una comunità più sicura”.

Ma il progetto non finisce qui. Per mettere a sistema le esperienze realizzate ad oggi e migliorare gli strumenti e gli approcci dell’Amministrazione nella gestione condivisa degli spazi pubblici, il 28 novembre si terrà a Castelfranco un laboratorio cittadino sui beni comuni, cioè un momento di riflessione e valutazione del progetto assieme agli uffici comunali, all’Amministrazione, alle realtà associative e ai cittadini coinvolti ad oggi nel percorso, oltre a quelli potenzialmente interessati a saperne di più e a contribuire. 

Durante il laboratorio, che si svolgerà dalle 9 alle 13 nella sala dell’Orto di San Matteo, si discuterà di beni comuni, di gestione condivisa delle aree verdi e degli spazi pubblici e si lavorerà per raccogliere le valutazioni dei protagonisti e le idee e i punti di vista utili ad integrare il Regolamento del Comune e a proporre nuove iniziative e progetti collaborativi.

Per maggior informazioni al progetto e partecipare al laboratorio aree verdi: Ufficio Ambiente Tel. 0571-487212 oppure a.frediani@comune.castelfranco.pi.it
U.R.P. Comune di Castelfranco di Sotto Tel. 0571-487250 www.castelfrancodisotto.gov.it


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Intervento da 33mila euro per il rifacimento dell'asfalto sul tratto dell'intersezione con via di Pelle. Deidda: "Lavori per garantire sicurezza"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità