comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 21°30° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 04 luglio 2020
corriere tv
Nuovo scivolone di Gallera: «Se avesse avuto anche solo il 37,5 per cento di febbre»

Cultura mercoledì 24 giugno 2020 ore 16:00

Nuova formula per il museo fucecchiese

Il Museo Civico e Diocesano di Fucecchio

Il Museo Civico e Diocesano pronto a riaprire al pubblico dal 27 giugno. A luglio tornano anche "Le notti dell'archeologia"



FUCECCHIO — Dopo la biblioteca comunale riapre al pubblico anche il Museo Civico e Diocesano che dal 27 giugno tornerà ad ospitare i visitatori con una formula nuova. Una visita su misura e su prenotazione, accompagnati dal personale, per godersi ancora di più le opere conservate al suo interno e per chi volesse inoltre conoscere in maniera più specifica qualche aspetto della collezione o desiderasse un piccolo approfondimento tematico durante la visita non dovrà che indicarlo al momento della richiesta.

Potrà essere visitato il sabato e la domenica con orario 16-19 prenotando al numero 0571.268262 oppure con una e-mail a museo.prenotazioni@comune.fucecchio.fi.it entro le 12 del venerdì precedente la visita. L'accesso alla struttura è consentito a un massimo di 5 persone contemporaneamente e le visite si svolgeranno a cadenza oraria.

“Dopo il successo riscosso durante il periodo del lockdown grazie a rubriche e pillole informative trasmesse via social – ha commentato l'assessore alla cultura Daniele Cei - finalmente riapre il nostro museo ricco di storia, con una nuova formula. Torniamo dal vivo con un'opportunità in più, quella di farsi raccontare le opere e la storia di Fucecchio dalla viva voce del direttore Andrea Vanni Desideri".

Ogni primo e ultimo sabato del mese il museo propone inoltre, ai visitatori che prenotano, una visita speciale di una delle sezioni partendo dai temi trattati nella rubrica on line #paroladidirettore, si inizia il 4 luglio in compagnia di Andrea Vanni Desideri, direttore del museo, con “Il leggio Ferrini e la sala del Seicento” proseguendo poi il 25 luglio con un appuntamento per piccoli coraggiosi sarà possibile, sempre su prenotazione, incontrare la misteriosa abitante del Museo Tommasia Paperini e fare un viaggio nelle botteghe d'artista del Quattrocento.

Nel mese di luglio ci saranno inoltre due appuntamenti nell’ambito dell’iniziativa regionale “Le notti dell’archeologia”:

- 1° luglio, ore 21,30 – Le pietre scritte dei CadolingiUn viaggio alle origini della signoria territoriale dei conti Cadolingi attraverso i testi su pietra della famiglia. Incontro con S. Leporatti e S. Santi (Università di Firenze)

- 8 luglio, ore 21,30 - Dalla Salamarzana a Fucecchio. Storia e archeologia di un castelloUn viaggio con ricostruzioni virtuali nella storia della città, dalla Salamarzana dei Cadolingi al castello di Fucecchio. Incontro con A. Malvolti e A. Vanni Desideri.

Aprirà le visite tematiche del mese di agosto, precisamente sabato 1° agosto Mirco Bagnesi con un approfondimento tematico sulla sala del 500 mentre il 5 settembre sarà dedicato alla produzione ceramica sempre in compagnia del direttore al quale si affiancherà Gabriele Campigli per una prova pratica di lavorazione dell'argilla.

Per l'accesso al museo ci sono alcune regole da rispettare: indossare la mascherina, detergersi le mani, mantenere il distanziamento di 1 metro dagli altri visitatori e seguire le indicazioni che di trovano lungo il percorso per una corretta e sicura fruizione delle sale.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca