Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:20 METEO:SAN MINIATO18°21°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
martedì 27 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, c'è una novità e un solo vincitore: ora è il tempo della responsabilità

Cultura martedì 18 marzo 2014 ore 17:32

E' Flavio Favelli il vincitore della settima edizione Premio Santa Croce Grafica

Flavio Favelli, artista vincitore della settima edizione del Premio Santa Croce Grafica

One Pound questo il nome dell'opera che conquista il primo premio. Entrerà a far parte della collezione delle stampe di Villa Pacchiani



SANTA CROCE — È con One Pound del 2014 che Flavio Favelli vince la settima edizione del Premio Santa Croce Grafica, iniziativa del Comune di Santa Croce sull'Arno. Assessorato alle Politiche ed Istituzioni Culturali realizzata con la sponsorizzazione di Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato. La premiazione ha avuto luogo sabato 1 marzo durante l’inaugurazione della mostra che è rimasta aperta fino a domenica 16 marzo.

La commissione costituita quest’anno da Antonio Grulli, critico d'arte e curatore, Arabella Natalini (storica dell'arte e curatrice, direttore artistico Tusciaelecta arte contemporanea nel Chianti), Alessandro Tosi (Direttore scientifico del Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi di Pisa), da Ilaria Mariotti (Direttore di Villa Pacchiani) e presieduta dall’Assessore alla Politiche e Istituzioni Culturali del Comune di Santa Croce Mariangela Bucci ha designato l’artista e il lavoro vincitori del premio di 2.500 Euro con le seguenti motivazioni: “per la forza visiva dell'opera; per il modo in cui l'artista è riuscito a veicolare la sua ricerca riallacciandosi alla tradizione calcografica; per il modo in cui artigianato e tradizione della creazione dell'immagine e della matrice per la stampa delle banconote sono utilizzate in maniera originale e funzionale; per la scelta del soggetto, fatto per essere riproducibile in tiratura e che l'artista rende unico nel cambiamento di scala e a cui la storia privata dà unicità e valore”.

L’opera di Favelli, realizzata con matite colorate e acquatinta su carta graphia, è una copia della banconota, della Gran Bretagna, emessa dalla Banca d'Inghilterra, da una sterlina della serie in circolazione dal 1982. La particolarità di questa banconota numero BR62158376 è un errore, per il quale, evidentemente, un foglio si è sovrapposto alla cartamoneta nel momento della stampa, creando una zona senza colore proprio sul viso della Regina Elisabetta II.
"Una delle immagini più dense che ho incontrato - dice l'artista - e che hanno senz'altro segnato la mia visione d'artista è la copertina del disco God save the Queen del gruppo musicale Sex Pistols del 1977, dove gli occhi e la bocca della Regina sono censurati dalle scritte. L'errore della banconota evoca questa forte immagine di censura che è ricorrente nella storia dell'arte ed anche nella nostra vita personale.”

La grafica andrà a far parte della Collezione del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe di Villa Pacchiani.

Flavio Favelli, nato a Firenze nel 1967, vive e lavora a Savigno (Bologna). Dopo la Laurea in Storia Orientale all'Università di Bologna, prende parte al Link Project (1995-2001). Partecipa alla residenza TAM a Pietrarubbia diretta da Arnaldo Pomodoro nel 1995 e al Corso Superiore Arti Visive della Fondazione Ratti con Allan Kaprow nel 1997. 

Gli artisti invitati a partecipare alla settima edizione del Premio Grafica Santa Croce sono stati diciassette e la scelta è stata orientata su artisti che, all’interno della loro produzione, varia per tecniche e materiali, vedono il segno e il disegno quali essenziali motivi di ricerca. All’interno dei vincoli dettati dal bando gli artisti invitati hanno presentato opere in cui i caratteri specifici della calcografia vengono accolti e interpretati in maniera non convenzionale, lavori dove la tecnica classica è strumento per veicolare forme e contenuti che proseguono e declinano le loro ricerche personali.

Vari per provenienza, modalità espressive, ricerca, gli artisti che hanno partecipato alla settima edizione del Premio provengono dal territorio nazionale o sono comunque attivi in Italia: Adalberto Abbate, Giulia Cenci, Martina Della Valle, Elena El Asmar, Flavio Favelli, Francesco Lauretta, Andrea Mastrovito, Jacopo Miliani, Concetta Modica, Nero/Alessandro Neretti, Giovanni Ozzola, Paolo Parisi, Maria Pecchioli, Marco Raparelli, Davide Rivalta, Marco Maria Giuseppe Scifo, Enrico Vezzi

Molti degli artisti hanno generosamente donato i lavori presentati per il Premio. Essi andranno ad aggiungersi al numero cospicuo di incisioni e disegni che costituiscono la Collezione dei Disegni e delle Stampe di Villa Pacchini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tecnici di Acque al lavoro per la riparazione. Le zone interessate sono San Romano, Capanne, Angelica e la zona industriale Fontanelle
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Politica