Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:SAN MINIATO11°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
giovedì 20 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Il 93,4% delle classi è in presenza»

Attualità martedì 17 febbraio 2015 ore 13:31

Asl 11 raccolta farmaci per i paesi più poveri

Una task force per donare i farmaci inutilizzati alle popolazioni più bisognose. Associazioni di volonatariato e azienda sanitaria insiemer per il sociale



COMPRENSORIO DEL CUOIO — Milioni di persone nei Paesi più poveri del mondo muoiono ancora per banali malattie facilmente curabili e due miliardi di persone non hanno accesso ai farmaci essenziali. Questo è un lato della medaglia. Nel lato opposto, nei Paesi più ricchi del mondo, annualmente, ogni famiglia spreca 80 euro in farmaci inutilizzati e circa 8,5 confezioni ancora integre di medicinali. Questo avviene perché il numero delle confezioni contiene un numero di compresse superiori o inferiori del 30% rispetto al normale ciclo terapeutico oppure per una scarsa adesione del paziente alle cure o anche perché molti farmaci rimangono in carico ai familiari quando il paziente decede. Così, i medicinali rimangono in giacenza sugli scaffali o nei cassetti di casa fino alla scadenza e, infine, gettati.

L’Asl 11, in collaborazione con le Associazioni di volontariato Misericordia, Pubblica Assistenza e Croce Rossa Italiana e il Gruppo Scout Empoli 1, ha deciso quindi di sostenere l’attività del Centro Missionario Medicinali di Firenze attuando il progetto “Un farmaco può salvare una vita”, al fine di ridurre lo spreco dei medicinali, trasformare i farmaci inutilizzati da potenziali rifiuti in strumenti salvavita e, al contempo, contribuire a migliorare l’assistenza sanitaria delle popolazioni più povere e delle famiglie più svantaggiate.

Il Centro Missionario Medicinali è un’associazione di volontariato nata a Firenze nel novembre 1977, che raccoglie e invia gratuitamente farmaci, presidi medico-chirurgici e prodotti per bambini a operatori sanitari e missionari che operano negli ospedali e nei dispensari dei paesi del Sud del mondo e dell’Est Europa. Inoltre, sostiene attivamente anche strutture Caritas e case-famiglia sul nostro territorio per intervenire anche nelle situazioni di bisogno e di disagio più prossime al nostro tessuto sociale.

Il progetto “Un farmaco può salvare una vita” prevede l’installazione, in una prima fase di sperimentazione, di tre box per la raccolta dei farmaci inutilizzati presso le sedi della Misericordia di Empoli e della Pubblica Assistenza di Fucecchio e all’ingresso dell’ospedale “San Giuseppe” in via Boccaccio, a Empoli.

I box installati rappresentano un’opportunità, per chi lo desidera, di donare quei farmaci di cui non necessita ai più bisognosi e, grazie al materiale informativo di cui sono corredati, uno strumento per conoscere più approfonditamente i gravi problemi sanitari che affliggono i Paesi più poveri.

Non possono essere inseriti nei box farmaci scaduti, flaconi o tubetti già aperti, prodotti da conservare in frigo.

Periodicamente, con un sistema a turnazione, le tre Associazioni di volontariato si occuperanno di ritirare i farmaci lasciati nei box presso i vari centri di raccolta e, quindi, li consegneranno direttamente al Centro Missionario Medicinali di Firenze.

Il personale sanitario del Centro Missionario preparerà i pacchi in base alle specifiche richieste dei beneficiari. Protetti, sigillati con apposito materiale e corredati da specifica documentazione, anche diplomatica, i pacchi verranno spediti attraverso il servizio postale, corrieri e anche container alle destinazioni previste.

Questa catena di solidarietà permette ai donatori di disfarsi gratuitamente di potenziali rifiuti e di ingombri scomodi; evita lo spreco di farmaci e dispositivi che, se non sono più utili per qualcuno, rappresentano la salute e la vita per molti altri; e infine, rappresenta una modalità semplice ma preziosa per aiutare chi ne ha bisogno attraverso un sistema sicuro e affidabile.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
​I nuovi positivi al coronavirus sono oltre 1.500 in tutta la provincia, nei 6 Comuni del comprensorio l'incidenza più alta è a Montopoli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità