Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:51 METEO:SAN MINIATO9°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La moglie di Soumahoro non risponde alle domande: il video di 'Non è l'Arena'

Cronaca venerdì 11 luglio 2014 ore 18:59

Ambasciatori del saharawi a Fucecchio

Ospiti fino al 23 luglio della scuola primaria Pascoli. Progetto di accoglienza realizzato anche grazie al sostegno del comune



FUCECCHIO — Martedì 8 luglio è arrivato a Fucecchio un gruppo di 9 bambini saharawi proveniente dai campi profughi situati nel deserto dell’Algeria. I piccoli sono ospitati all’interno della scuola primaria “Pascoli”, dove resteranno fino al 23 luglio; in queste settimane potranno prendere parte a numerose iniziative, grazie alle famiglie e alle associazioni locali coinvolte.

Di grande importanza è anche il sostegno a 360° gradi – dal lato economico alla progettazione - offerto dall’amministrazione comunale di Fucecchio a questa importante iniziativa. I nove bambini arrivati in Italia, infatti, sono “ambasciatori” di una situazione drammatica: rappresentano il futuro – forse irrimediabilmente compromesso – di un popolo in fuga nel Sahara da oltre 35 anni. La comunità fucecchiese si è sempre dimostrata solidale con queste persone, che cercano di far valere i propri diritti con grande dignità e anche in luoghi molto lontani e diversi dalla loro terra, l’Africa.

“Siamo gemellati – spiega l’assessore alla cooperazione internazionale Sandro Buggiani - con la tendopoli di Bir Enzaran e nel corso degli anni, oltre alle associazioni di volontariato, anche alcuni studenti dell’Istituto “Checchi” sono stati in visita nei campi profughi. Chi entra nelle tendopoli scopre le difficoltà di questo popolo, ma anche la loro fierezza e il loro senso di appartenenza”.

A Fucecchio, che realizza il progetto di accoglienza insieme al Comune di San Miniato, i bambini provenienti dal Sahara avranno l’occasione di incontrare i loro coetanei e di partecipare a tante iniziative che le associazioni di volontariato hanno organizzato per loro. Ma tra gli aspetti più importanti è opportuno ricordare, oltre alla socializzazione, quello relativo alla salute. I piccoli saharawi, infatti, potranno essere sottoposti a viste mediche ed esami che nelle loro tendopoli non potrebbero fare.

“Voglio ringraziare – continua Buggiani - tutte le parti in causa in questa iniziativa. Mi riferisco a Hurria, che si occupa dell’accoglienza e delle relazioni fra i nostri due popoli, alla Consulta del Volontariato di Fucecchio e alle associazioni che ne fanno parte, e a tutti coloro che, a qualunque titolo, hanno deciso di dare la propria disponibilità. Il nostro impegno rappresenta davvero un grande contributo alla crescita della comunità e di ciascuno di noi, oltre ad un gesto di solidarietà e a uno stimolo all’integrazione. Abbiamo molto bisogno di ricordare e sperimentare questi valori.”

Il programma delle giornate per i bambini saharawi vedrà l'attivazione di iniziative e incontri sia a Fucecchio che a San Miniato, con il coinvolgimento di associazioni e famiglie. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati aggiornati alle ultime 24 ore. In Toscana sono state accertate oltre 1500 nuove positività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità