Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:SAN MINIATO10°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, la frana si abbatte su Casamicciola: telecamera di sicurezza riprende il momento in cui il fango trascina via l'auto

Cronaca martedì 22 aprile 2014 ore 11:19

A 69 anni dalla Liberazione, San Miniato ricorda i suoi caduti

Domenica 27 saranno inaugurate due lapidi in piazza degi Alberi a Ponte a Elsa. Presenti autorità e rappresentanti delle associazioni



SAN MINIATO — Nell’ambito delle celebrazioni del 69esimo anniversario della Liberazione, a Ponte a Elsa frazione del Comune di San Miniato, si inaugurano due nuove lapidi dedicate ai caduti della Prima e Seconda Guerra Mondiale. Gli originali di quelle lapidi furono collocati sulla facciata dell’edificio di via 2 giugno, già Casa del Fascio, poi caserma dei carabinieri e ufficio postale.

La lapide dei caduti della Seconda Guerra Mondiale, ricorda i cittadini di Ponte a Elsa vittime del fascismo, in particolare i militari morti e dispersi, i tanti civili e 8 deportati di cui 4 cittadini locali e 4 cittadini sfollati da Livorno, che dopo lo sciopero antifascista del 3 e 4 marzo 1944, i nazifascisti deportarono per rappresaglia nel campo di sterminio di Mauthausen - Gusen, dove furono barbaramente uccisi.

Un gruppo di persone della frazione, fra l’altro divisa tra due Province, riunitosi nel Comitato “Bruno Falaschi”, concittadino ex sindaco antifascista, e l’amministrazione comunale di San Miniato, hanno voluto dare nuova collocazione con nuove lapidi, in quanto, ormai, le originali, completamente fatiscenti, perché sia sempre viva la memoria dei loro cari e riaffermare, nel loro ricordo, i valori eterni e universali della Pace, della Libertà e della Democrazia, così come riportato nella targa ai piedi delle lapidi.

La cerimonia per domenica 27 aprile, prevede la partecipazione di autorità civili e militari, in particolare il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini, l’assessore alle politiche educative scolastiche e sociali del Comune di Livorno, Carla Roncaglia e un rappresentante del Comune di Empoli, che in corteo, in partenza alle 10 dalla Casa del Popolo, raggiungerà piazza degli Alberi dove verranno scoperte le lapidi e ci sarà la benedizione.

Saranno inoltre presenti anche i rappresentanti delle associazioni A.N.P.I., A.N.E.D., dei Bersaglieri, dell’Associazione Carabinieri e Guardia di Finanza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 29 Novembre, rialzo dopo il fine settimana con oltre 16mila tamponi processati. Nel Fiorentino altri 7 decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità