Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:27 METEO:SAN MINIATO18°34°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 17 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua

Cronaca lunedì 01 luglio 2024 ore 17:30

Giro di prostituzione nel Pisano, affari da 45mila euro al mese

Due uomini e una donna, dopo un'indagine lunga un anno curata dai Carabinieri, sono stati arrestati: usate intercettazioni telefoniche e telecamere



PROVINCIA DI PISA — Le indagini andavano avanti dalla primavera dello scorso anno, quando i Carabinieri della Stazione di Navacchio, nel comune di Cascina, hanno cominciato a notare un via vai sospetto in un'abitazione lungo la Tosco Romagnola.

È scattata così l'operazione "Oriente", con le prime indagini che hanno spinto la Procura ad approfondire gli esiti dei controlli. Alla fine, i militari, facenti parte della Compagnia di Pontedera, hanno individuato due abitazioni, di proprietà della stessa persona, ubicate una a Cascina e l'altra a Castelfranco di Sotto. In entrambe, come ricostruito dai Carabinieri, sarebbe stata praticata la prostituzione, con annunci espliciti che comparivano anche sui siti internet dedicati.

Grazie all'installazione di telecamere all'esterno delle abitazioni, i militari hanno potuto anche documentare l'afflusso costante di clienti, mentre con le intercettazioni telefoniche sui numeri indicati dagli annunci stessi, i Carabinieri hanno ricostruito il quadro accusatorio.

Oltre al proprietario dei due immobili, affittati tra l'altro a persone estranee all'attività, i militari hanno individuato anche una donna di origini cinesi, che è stata indicata come gestrice delle utenze dei telefoni e che si occupava delle prenotazioni delle prestazioni sessuali. Infine, un secondo uomo, ritenuto collaboratore della donna, che si occupava delle questioni logistiche. Secondo i Carabinieri, il giro di affari delle due case si aggirerebbe così attorno ai 45mila euro al mese.

Alla fine, sulla base dei riscontri investigativi e delle valutazioni di competenza dei pubblici ministeri, il Gip del Tribunale di Pisa ha emanato un'ordinanza di custodia cautelare personale e reale a carico dei tre soggetti sottoposti a indagine: i due uomini sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre la donna è finita in carcere. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le indagini erano scattate nel 2020, durante l'emergenza Covid. Oggi il maxi sequestro da 35 milioni di euro che tocca anche le province di Pisa e Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca