Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:SAN MINIATO10°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, la frana si abbatte su Casamicciola: telecamera di sicurezza riprende il momento in cui il fango trascina via l'auto

Politica mercoledì 21 marzo 2018 ore 15:15

"Troppo precariato nel mondo conciario"

Il Partito Comunista commenta i dati sul lavoro nel Cuoio resi noti dalla Cgil e si scaglia contro le politiche del lavoro del Partito Democratico



SANTA CROCE SULL'ARNO — "Il quadro che emerge dall’intervento della Cgil sul lavoro nel settore conciario è impressionante: un terzo degli operai del settore lavora con contratti precari. Ecco gli effetti delle politiche del lavoro targate Partito Democratico".

Inizia con queste parole il commento del Pc della zona del Cuoio, in relazione ai dati pubblicati dal sindacato Cgil sul lavoro nel comparto della concia. 

"Ecco come il Jobs Act - prosegue la nota del Partito Comunista -, uno dei provvedimenti-simbolo del Governo Renzi, produce i suoi effetti sulla classe lavoratrice. Dal sindacato un’analisi del tutto condivisibile: l’impresa conciaria preferisce pagare di più, facendo ricorso al lavoro interinale, per disporre di forza lavoro ricattabile su rinnovo del contratto, straordinari, rispetto delle normative sulla sicurezza sui posti di lavoro".

"Tutto questo è ovviamente il frutto delle politiche del lavoro sostenute tanto dal centro-sinistra quanto dal centro-destra, sempre volte all’erosione dei diritti dei lavoratori. Ma è anche la natura di una classe imprenditoriale che preferisce costruire il futuro economico della zona sullo sfruttamento del lavoro e sul ricatto occupazionale piuttosto che investire sulle competenze della classe operaia del comprensorio, garantendo alle lavoratrici e ai lavoratori, in particolare ai più giovani, stabilità contrattuale, salario adeguato, sicurezza e formazione professionale".

"È necessario spezzare il meccanismo della competizione al ribasso, introducendo salario minimo orario per categoria ed abolendo ogni forma di precariato".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 29 Novembre, rialzo dopo il fine settimana con oltre 16mila tamponi processati. Nel Fiorentino altri 7 decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità