Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:50 METEO:SAN MINIATO14°18°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Kobe Bryant nella Hall of Fame, la moglie Vanessa commossa: «Amore, sei tra i migliori di sempre»

Attualità venerdì 09 aprile 2021 ore 22:06

Ufficiale, 5 Comuni del cuoio restano zona rossa

Covid, mentre la Toscana da lunedì torna in arancione il presidente Giani ha ufficializzato che alcuni territori rimangono con maggiori restrizioni



SAN MINIATO — La Toscana torna in zona arancione da lunedì 12 Aprile, ma restano in zona rossa 5 Comuni del cuoio, cioè San Miniato, Montopoli Valdarno, Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto e Fucecchio. Torna in arancione quindi Santa Maria a Monte, seppur anche in quel territorio l'incidenza dei casi era superiore a 250 nuovi positivi per settimana, ma il Comune della sindaca Parrella fa parte della zona socio sanitaria della Valdera. 

Cliccando qui i dati del contagio da coronavirus nel comprensorio del cuoio, nel periodo 2-8 Aprile.

La decisione di quali zone rosse locali istituire è stata presa in serata dal presidente della Regione Eugenio Giani, che ha sentito i vari sindaci dei territorio. Giani ha spiegato che queste misure sono in vigore fino alle 14 di sabato 17 Aprile. 

Oltre ai cinque Comuni del cuoio restano in zona rossa: le province di Firenze e Prato, la zona socio sanitaria Valdarno-Empolese-Valdelsa, i Comuni di Poggibonsi, San Gimignano, Colle di Val d’Elsa, Casole d’Elsa, Radicondoli compresi nella zona socio sanitaria Alta Valdelsa, in provincia di Siena.

Le due province (Firenze e Prato) e le due zone socio sanitarie (Valdarno-Empolese-Valdelsa e alta Valdelsa) superano l’indice di contagio settimanale dei 250 nuovi contagiati su 100mila abitanti, dato limite indicato dalla legge per l’assunzione di provvedimenti.

"L’atto - hanno spiegato dalla Regione - è determinato dalla situazione ad alto rischio nel sistema ospedaliero e sanitario con fortissima occupazione di terapie intensive e alta diffusione di ricoveri nei reparti Covid. I pareri dei Direttori di Asl competenti sono concordi nel chiedere di limitare la mobilità per non congestionare ulteriormente e il sistema ospedaliero e sanitario toscano".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Staffoli a lutto per la scomparsa a 73 anni di una persona conosciutissima che aveva fondato la sezione locale dell'Avis
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cultura