QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 14° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 23 febbraio 2020

Attualità venerdì 21 luglio 2017 ore 06:30

Le commemorazioni per le vittime del 22 luglio

La scultura lignea dedicata alle vittime del Duomo di San Miniato

La città si appresta a vivere un fine settimana dedicato alla memoria, ricordando le 55 vittime del 1944 in duomo e la la liberazione del 24 luglio



SAN MINIATO — Sabato 22 luglio, ricorrendo il 73esimo anniversario delle vittime del Duomo, la mattinata organizzata dal Comune di San Miniato e dalla Diocesi si aprirà con il suono delle campane della chiesa, alle 10, ora in cui avvenne il terribile scoppio dell’ordigno bellico. Seguiranno le celebrazioni nella sala del consiglio comunale.

A presiedere la cerimonia sarà il presidente del consiglio comunale Vittorio Gasparri che darà lettura di una ricerca condotta su Carlo Ruggini, vittima dello scoppio. A seguire sono previsti gli interventi del vescovo monsignor Andrea Migliavacca, del sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini e di un rappresentante della Provincia di Pisa. 

La commemorazione proseguirà alle 11,15 in piazza del Duomo, con la deposizione di una corona di alloro e con l’inaugurazione della scultura lignea Vite spezzate realizzata dall'artista Mario Rossi.  L'iniziativa artistica è promossa dall'Unione cattolica artisti italiani (Ucai) di San Miniato e si inserisce nelle celebrazioni e nelle commemorazioni annuali.  "Si tratta - ha detto in proposito il presidente Ucai San Miniato Fabrizio Mandorlini - di un'opera realizzata partendo da un tronco di olivo che porta con sé i segni e i simboli di quella che fu per la città e la diocesi di San Miniato, una delle pagine più tristi della sua storia".

La mattinata si concluderà con la messa di suffragio in cattedrale celebrata dal vescovo, prevista per le 11,30.

Domenica 23 luglio, per ricordare la Liberazione di San Miniato avvenuta il 24 luglio 1944, si terranno alcune iniziative lungo tutto il territorio comunale. Il ritrovo è previsto alle 9 in piazza Giulio Scali a San Miniato Basso per la partenza verso Calenzano con i mezzi militari storici; l’arrivo a Calenzano è alle 9,30, nei pressi della chiesa, teatro dell’ultima battaglia che portò San Miniato alla liberazione dove verrà inaugurata una pietra monumentale e sarà deposta una corona di alloro. Qui si terrà il raduno dei mezzi militari, per poi partire in corteo alla volta di San Miniato. Il percorso prevede l’arrivo in piazza del Popolo, attraverso le vie del centro storico e di piazza Eufemi. E proprio in piazza del Popolo, intorno alle 11, ci sarà il saluto delle autorità, insieme all’esposizione dei mezzi militari. La manifestazione prosegue nel pomeriggio con il passaggio dei veicoli militari storici a Corazzano, Montebicchieri e Stibbio, dove si concluderà la giornata.

Ad organizzare questa manifestazione, insieme al Comune di San Miniato, sono il Comitato Gori, il Club sotto la Rocca, la Fondazione San Miniato Promozione, la Pro Loco San Miniato, l’Azienda Speciale Farmacie, la Misericordia di San Miniato, Associazione Moti Carbonari, Circolo Arci San Miniato Basso, Corazzano e Stibbio e il Rotary E-Club distretto 2071. 

La cittadinanza è invitata a partecipare e ad esporre la bandiera italiana.



Tag

Coronavirus: la mappa del contagio

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Cronaca