Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:27 METEO:SAN MINIATO19°32°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Finale Europei Roma? Non in Paesi ad alto contagio»

Attualità giovedì 10 giugno 2021 ore 18:27

"Fipili? Altro che pedaggi, chiediamo sicurezza"

Assotir sulla superstrada: "Anche ieri è stata una giornata dove si sono accumulate file interminabili soprattutto nel tratto fiorentino"



SAN MINIATO — Ieri file interminabili e oggi un incidente senza gravi conseguenze ma che ha creato code per 6 chilometri. I disagi sulla Fipili sono molteplici e Assotir Pisa-Lucca e Massa è intervenuta: "Altro che pedaggi, le urgenze sono sicurezza e agibilità. Anche ieri è stata una giornata dove si sono accumulate file interminabili soprattutto nel tratto fiorentino, a causa dei lavori già programmati ed aggravati dagli ultimi eventi franosi nel tratto interessato dai lavori".

L'associazione raccoglie le imprese di autotrasporto ed è stata protagonista della manifestazione a fine Maggio dei tir lumaca proprio in Fipili. 

Sono tre i punti della protesta di Assotir: chiedono un tavolo regionale per l’agibilità e la legalità nell’Autotrasporto, un progetto per l’avvio alla professione di autista che stimano possa interessare almeno un migliaio di lavoratori un altro tavolo per le numerose criticità delle infrastrutture e nella viabilità.

“La nostra professione – ha commentato il presidente di Assotir di Pisa-Lucca e Massa, Giovanni Capecchi - ha continuato a servire il paese per tutto questo periodo di pandemia senza un minimo di pause né, purtroppo di riconoscimenti: anzi pare quasi che se le strade di logorano, la colpa sia solo dei mezzi pesanti. Scordandosi che una infrastruttura deve essere progettata per servire al paese, viabilità per i mezzi pesanti compresa, e non viceversa”.

Riguardo alle emergenze di questi giorni, aggravate dalla nuova e più pesante chiusura ai mezzi pesanti nel tratto fra Empoli e Ginestra con conseguente aggravio della circostante viabilità ordinaria e sugli agglomerati urbani: “Eterni cantieri senza che si vedano al lavoro operai per settimane, interruzione di careggiate fra Ginestra e Scandicci che generano code in direzione Firenze, già dalle prime ore del mattino. Ed ancora restringimenti di carreggiata per lavori di manutenzione senza che, almeno in alcuni casi, si vedano persone al lavoro".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Fanno ben sperare i dati diffusi dalla Usl centro che, per la giornata di oggi, non registrano alcun nuovo caso Covid nel comprensorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca