Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:SAN MINIATO9°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 21 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia, le immagini delle nuove esercitazioni militari con i missili Kalibr

Attualità sabato 25 agosto 2018 ore 12:59

Un chiosco-bar nel nome della solidarietà

Apre i battenti il chiosco-bar gestito dalla onlus Amici di Elia. Gabbanini: “Così si conclude il progetto. Ora tocca a noi averne cura”



SAN MINIATO — Saracinesca alzata per il nuovo chiosco-bar all'interno dei giardini “Maria Laura” a San Miniato Basso. La più grande area a verde del territorio comunale fu realizzata da Maura Nacci e intitolata alla figlia, Maria Laura Serani, scomparsa improvvisamente il 6 ottobre 1984, a soli 24 anni, per un malore. I giardini, realizzati sui terreni di proprietà della famiglia Nacci, sono stati costruiti per volontà della stessa signora che ha donato questo spazio in comodato d’uso all’amministrazione, dotando appunto la Città di San Miniato della più grande area verde pubblica del territorio comunale. E all'interno dei giardini adesso arriva il chiosco-bar, una struttura gestita per tre mesi (fino al 22 novembre) dall'associazione “Amici di Elia onlus”.

“Dopo la proposta di avere un chiosco ai giardini, avanzata da alcuni genitori che frequentano l'area verde, l'amministrazione comunale ha verificato le condizioni di fattibilità con la proprietaria, Maura Nacci, la quale si è resa immediatamente disponibile – spiega il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini -. A lei va l'ennesimo, sincero ringraziamento della comunità perché con questi giardini ha creato un'area gioco attrezzatissima per i più giovani cittadini di San Miniato e con il chiosco ha completato il progetto: adesso tocca a tutti noi averne cura e rispetto”.

Realizzato in legno massiccio, il chiosco-bar ha una forma esagonale ed è dotato di impianto elettrico, allarme e scarichi. Oltre a questo ci sono otto ombrelloni, due tavoli con sedie per sfruttare l'area verde circostante e un bagno chimico gestito dall'associazione. Il chiosco è aperto dal lunedì al sabato con orario 10.30-12.30 e 16-20, la domenica dalle 16 alle 22, mentre fino all'inizio della scuola, dal lunedì al sabato, ci sarà anche un'apertura serale dalle 21 alle 23.

“Venendo a consumare al chiosco-bar dei giardini si contribuisce a sostenere i costi delle terapie per i bambini con disabilità – spiega la presidente dell'associazione “Amici di Elia onlus”, Cristiana Morelli -. La gestione del chiosco ci permette di fare una raccolta fondi per garantire alle famiglie con bambini disabili terapie gratuite o sgravate di parte dei loro costi, spesso troppo elevati”.

“Questa iniziativa, nata da una necessità evidenziata dai cittadini, offre anche la possibilità di sostenere ed aiutare bambini e ragazzi disabili – conclude il sindaco -. Mi auguro che il chiosco sia frequentato e faccio appello al senso civico della cittadinanza affinché i giardini, il nostro bene comune, non vengano danneggiati in alcun modo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il dettaglio Comune per Comune sulle positività registrate nelle ultime 24 ore. Tra ieri e oggi, in Toscana sono 13.720 i nuovi casi Covid
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità