QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 18°35° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 25 agosto 2019

Attualità martedì 21 luglio 2015 ore 11:00

Nuova pista di atletica, M5S critica l'operazione

Per il Movimento "l'intervento non porta alcun risparmio ma solo una spesa di 400mila euro, più interessi. E nessun ritorno economico sul territorio"



SANTA MARIA A MONTE — "Annunciare l’avvio dei lavori alla pista di atletica degli impianti sportivi di Ponticelli, per l’amministrazione Parrella è un vanto, per noi del Movimento 5 Stelle di Santa Maria a Monte è l’ennesima beffa per la cittadinanza che aspetta tutt’altre opere pubbliche". Così il Movimento 5 Stelle.

Che continua: "La pista di atletica non porta alcun risparmio ma semplicemente una spesa di 400mila euro più interessi. I lavori assegnati ad una azienda di Prato, non danno quindi un ritorno economico degli investimenti sul territorio. Molti comuni limitrofi e non in Toscana hanno dismesso gli impianti di atletica e comunque non hanno investito su tali impianti perché hanno costi di manutenzione e di gestione elevati, perché l’attività che può essere svolta con un ritorno economico importante è limitata a pochi mesi l’anno e la fruizione della pista è limitata a poche persone rispetto al costo che si abbatterà su tutti i cittadini nei prossimi 10 anni".

Tanti Comuni in Toscana - secondo il M5S - hanno "preferito investire in “percorsi-vita” e piste ciclabili, sfruttando fondi regionali ed europei ai quali bastava partecipare con progetti concreti e lungimiranti. Percorsi e piste ai quali poter accedere tutto l’anno e a tutte le ore del giorno con il vantaggio di poter mettere in sicurezza il territorio anche dal punto di vista pedonale. Aspetto quest’ultimo di cui Santa Maria a Monte ha un impellente bisogno".

"Noi del Movimento 5 Stelle di Santa Maria a Monte chiediamo alla amministrazione comunale: perché sprecare tanti soldi in un'opera che rimarrà una cattedrale nel deserto? Noi pensiamo che prima di avviare un'opera così onerosa fosse necessario consultare i cittadini e chiedere loro quali fossero le priorità. Perché non lo avete fatto? Già voi siete quelli che avete creato le Consulte e i Forum, peccato che non esiste un verbale che renda pubblico ciò di cui avete discusso con chi compone tali organi, alla faccia della trasparenza".

"Certo voi avete le vostre strategie: ci piacerebbe che diceste quale conseguenza avranno le scelte attuali sul futuro di Santa Maria a Monte, quali oneri produrranno su chi amministrerà in futuro condizionandone le scelte economiche", sottolinea il M5S. E aggiunge: "Chiediamo quali sono le priorità a chi attraversa la rotatoria davanti alla Coop di Ponticelli o a chi cammina lungo i ponticelli della Strada Provinciale Francesca; chiediamolo a chi ha davanti casa l’impianto a biogas di San Donato; chiediamolo agli abitanti di Via Del Bruno; chiediamolo a chi, nel 2015, per uscire a passeggiare, la sera d’estate e prendere un po’ d’aria fresca deve munirsi di torcia e giubbetto catarifrangente".

"Ancora chiediamo al sindaco, ma i cittadini una volta giunti alla pista di atletica, dovranno pure chiedere il permesso per fare una passeggiata alle società sportive che hanno diritto, giustamente, a frequentare l’impianto? In caso di accesso autorizzato chi paga per eventuali infortuni di persone non tesserate per le società che gestiscono gli impianti?"



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Cronaca