Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:50 METEO:SAN MINIATO21°36°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Morabito, chi è l'ambasciatore «nobile» della ‘ndrangheta

Attualità martedì 21 febbraio 2017 ore 18:05

Al via Lineapelle con le concerie del comprensorio

Saranno 187 le concerie provenienti dalla Toscana e, in particolare, dal distretto del comprensorio del Cuoio. Tante le speranze



MILANO — 1198 espositori da 44 Paesi, con i principali operatori dell'area-pelle presenti in fiera per una tre giorni di eventi, Lineapelle, dal 21 al 23 febbraio a Milano, che promette di dare indicazioni importanti sugli scenari futuri del mercato conciario.

Dopo la chiusura del 2016 caratterizzata da un rallentamento diffuso per il comparto si cercano segnali di ripresa.

La concia made in Toscana intanto ha risposto presente: 557 le concerie in mostra a Lineapelle, di cui 356 quelle italiane con 187 provenienti dalla Toscana

"Specie nell'ultima fase del 2016 - dice il presidente Assoconciatori Franco Donati - abbiamo registrato performance non brillanti. A Lineapelle sono legate certamente molte attese. L 'augurio a tutti i conciatori è di vedere premiata quella qualità che anche stavolta è con sforzi costanti hanno portato a Lineapelle. Potremo dire solo nei prossimi giorni che riscontri avremo ottenuto dall'evento. Per ora lo stiamo vivendo con la giusta fiducia".

Il segno negativo riportato per il 2016 nel settore conciario nazionale per volume (-2%) e valore della produzione (-4%), è tuttavia in linea con il difficile contesto internazionale. In termini assoluti la concia nazionale è stimata archiviare l'anno passato con 120 milioni di mq di pelli prodotte ed un corrispettivo fatturato di circa 5 miliardi di euro ( di cui il 76% derivante da esportazioni).In termini di mercato le vendite ai clienti nazionali scendono di circa il 2% e le esportazioni cedono circa il 5%.
Tra i principale mercati esteri di destinazione delle pelli italiane gli USA hanno mostrato l'aumento di valore più consistente: + 11%.

"L'anno appena concluso - continua Donati - conferma che ci confrontiamo con un mercato in continua evoluzione, non statico e meno prevedibile che in passato. Dobbiamo comunque saper cogliere i segnali più incoraggianti legati soprattutto alle richieste che arrivano da nuove fasce di clienti disposti ad investire sulla qualità della nostra offerta. Ci auguriamo che Lineapelle confermi anche questo tipo di opportunità ".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I contagi da Covid tornano sopra quota 100 nel bollettino di oggi, martedì 5 Luglio. Aumenti considerevoli anche nelle Province di Pisa e Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità