comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 24°35° 
Domani 23°37° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 08 agosto 2020
corriere tv
Migranti e rotta balcanica: ecco i confini sguarniti tra Italia e Slovenia dove ogni notte passano a piedi centinaia di invisibili

Imprese & Professioni giovedì 30 luglio 2020 ore 10:10

​Le disposizioni anticovid della regione Toscana per i luoghi di lavoro

Per affrontare la fase 3 in sicurezza senza far nascere nuovi pericolosi focolai che farebbero alzare la curva dei contagi, queste sono le disposizioni che tutti devono rispettare e osservare con scrupolo.



TOSCANA — Le misure di contenimento per la diffusione del Covid – 19 emanate dalla presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, riguardano tutti gli ambienti di lavoro come gli uffici, sia privati che pubblici, gli esercizi commerciali, i liberi professionisti e i lavoratori autonomi. Per affrontare la fase 3 in sicurezza senza far nascere nuovi pericolosi focolai che farebbero alzare la curva dei contagi, queste sono le disposizioni che tutti devono rispettare e osservare con scrupolo.

Come raggiungere il posto di lavoro

Per iniziare, è importante fare il punto per le persone che utilizzano i mezzi pubblici per raggiungere i luoghi di lavoro. La mascherina va sempre indossata, ricordando che vale la pena prendere in considerazione spostamenti individuali con mezzi ecologici come le biciclette e i monopattini elettrici.

Come entrare

Ogni volta che si accende a un luogo di lavoro o a un esercizio commerciale, tutti devono pulirsi le mani con un prodotto igienizzante specifico a base alcolica messo a disposizione all’ingresso. È necessario che ogni luogo di lavoro si attrezzi in maniera da misurare la temperatura corporea. È vietato l’ingresso a chi presenta un valore maggiore di 37,5°.

Queste disposizioni devono sempre essere riportate in un cartello esposto all’esterno del luogo di lavoro per ricordare a tutti. Oltre a pulirsi le mani e avere una temperatura corporea corretta, il cartello deve indicare l’obbligo di indossare la mascherina e mantenere le distanze. Tutte queste attenzioni sono un compito che spetta al datore di lavoro, il quale verrà ritenuto responsabile in caso di mancanza.

Indossare la mascherina sul posto di lavoro

Resta l’obbligo di indossare la mascherina anche nei luoghi di lavoro ma anche per tutte quelle persone che si spostano per lavoro come corrieri, tecnici del gas, venditori porta a porta etc. La mascherina deve coprire naso e bocca completamente altrimenti non blocca le potenziali esalazioni pericolose.

L’ideale sarebbe sempre mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro. Per aiutare il mantenimento delle distanze, all’interno degli uffici, meglio distanziare le scrivanie ma anche aggiungere una segnaletica per regolare gli ingressi.

La corretta sanificazione

Oggi pulire bene l'ufficio per viverci meglio è Indispensabile e obbligatorio secondo anche quanto previsto dalle ordinanze della regione. Purtroppo, ormai è chiaro a tutti che il virus che ha scatenato questa emergenza sanitaria è particolarmente resistente. È in grado di resistere a lungo sulle superfici infettando più persone. Diventa quindi fondamentale igienizzare, che è diverso da pulire, con regolarità tutti gli ambienti di lavoro per garantire la sicurezza del pubblico ma anche dei dipendenti.

Tutti gli spazi e gli oggetti che vengono toccati quotidianamente vanno puliti con sostanze specifiche che hanno un’azione antivirale come quelle a base di alcol, cloro e simili. L’attenzione va posta al sole superfici come scrivanie, banconi e porte ma anche agli oggetti come tastiere, mouse, telefoni, schermi touch. Anche i locali della mensa vanno trattati allo stesso modo ricordando di mantenere sempre le distanze spostando i tavoli e le sedie in maniera adeguata. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Attualità