Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:SAN MINIATO12°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Orietta Berti: «Ho sentito tanti stonare, credono che cantare sia facile»

Cronaca lunedì 18 gennaio 2021 ore 10:00

Lieve rialzo dei contagi ma numeri bassi

"Leggero rialzo dei contagi ma i numeri rimangono bassi". L'amministrazione Comunale fa il punto sul Covid nel territorio



FUCECCHIO — Dopo tre settimane consecutive sotto quota 20, a Fucecchio negli ultimi sette giorni si è verificato un rialzo, seppur molto lieve, del numero di tamponi positivi. Dai 16 della prima settimana di gennaio si è passati ai 23 di quella conclusasi ieri (10-16 gennaio). Un dato che comunque non cambia la situazione generale del contagio e che in qualche modo era atteso visto l'incremento del numero di tamponi testati dopo le festività di fine anno.

Si tratta di dati che confermano come i casi di positività siano tutto sommato stabili da metà dicembre quando le misure restrittive hanno ridotto il propagarsi del contagio che aveva raggiunto livelli allarmanti nel mese precedente.

“Questa leggera risalita dei numeri – commenta il sindaco Alessio Spinelli – potrebbe essere dovuto all'incremento del numero di tamponi ma potrebbe anche essere legato alle festività natalizie, quindi occorre la massima prudenza. Mi auguro che questi dati siano confermati anche nelle prossime settimane. Significherebbe che, anche con l'inserimento della Toscana in zona gialla e la riapertura delle scuole superiori, siamo riusciti a contenere entro limiti accettabili il propagarsi del virus.

E' indispensabile continuare a comportarsi con senso di responsabilità; abbiamo visto che in altre regioni l’allentamento delle misure restrittive purtroppo ha innescato nuovi focolai e una ripresa del contagio. Dobbiamo evitare che questo avvenga anche nella nostra zona. Mantenere un basso numero di casi serve ad evitare che gli ospedali tornino in sofferenza e permette alla nostra regione di rimanere in zona gialla consentendo così l'apertura di alcune attività commerciali che altrimenti verrebbero nuovamente penalizzate”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS