comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 11°16° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 29 maggio 2020
corriere tv
Formigoni furioso in tv: «Sulla sanità privata tante storie», non lascia la parola a Majorino e Formigli gli toglie l'audio

Attualità martedì 07 aprile 2020 ore 17:01

Unità speciali visitano i pazienti Covid a casa

medici e infermeri con mascherine e tute di protezione
Una Unità speciale di continuità assistenziale (Usca)

Attivate dalla Asl Toscana centro le Unità speciali di continuità assistenziale (Usca), anche nelle zone Empolese Valdelsa e Comprensorio del Cuoio



EMPOLI — Sono attive da oggi le tre Unità Speciali di Continuità Assistenziale (Usca) anche nella zona dell’Empolese Valdelsa Valdarno nelle sedi dei presidi ospedalieri di Fucecchio, San Miniato e di Castelfiorentino. "L’obiettivo - hanno spiegato dall'Azienda Usl Toscana centro - è quello di affiancare il medico di medicina generale nella presa in carico e gestione domiciliare dei pazienti Covid 19 o sospetti che non necessitano di ricovero ospedaliero".

La sede di Fucecchio è il riferimento per le aggregazioni funzionali territoriali di Empoli, Montelupo, Vinci-Capraia e Limite, Fucecchio-Cerreto Guidi. La sede di San Miniato è il riferimento per San Miniato-Montopoli, Santa Croce-Castelfranco-Galleno, infine quella di Castelfiorentino per Castelfiorentino-Montespertoli, Certaldo-Gambassi-Montaione.

Il team è composto da medici, che hanno risposto ad uno specifico bando aziendale e dal personale infermieristico del servizio domiciliare. Gli operatori sanitari prima di iniziare il servizio hanno seguito specifici percorsi formativi dedicati, sia all’uso appropriato dei dispositivi di protezione e di qualsiasi strumento necessario per lo svolgimento dell’attività, sia relativi alla corretta esecuzione del tampone faringeo.

Il medico è fornito di ricettario per la prescrizione degli esami e dei farmaci necessari.

"Questo tipo di organizzazione - hanno aggiunto dalla Ausl - viene attivata dal medico di medicina generale del territorio di riferimento qualora lo ritenga necessario, dai pediatri di famiglia, dai medici di continuità assistenziale nel caso di pazienti da loro seguiti. Il team si reca direttamente al domicilio del paziente per una prima valutazione clinica all’effettuazione di test diagnostici (tampone), che servirà a concordare con il medico curante la permanenza a domicilio con adeguato supporto terapeutico, o l’eventuale ricovero, in rapporto alle condizioni cliniche del paziente".

Le Usca sono attive sette giorni su sette dalle 8 alle 20, per tutta la durata dell'emergenza. Il servizio è già attivo da circa una settimana nelle zone Pistoiese, Valdinievole e Firenze Centro. Da oggi anche nel territorio pratese.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca