Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:10 METEO:SAN MINIATO20°34°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
martedì 05 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scene da un disastro: fiamme altissime lambiscono il Summer Camp del Barcellona

Attualità sabato 23 aprile 2022 ore 19:30

Sos medici di famiglia, "Quadro drammatico"

Il palazzo comunale di Castelfranco di Sotto

Il sindaco Toti si rivolge al Ministero della Salute e alla Regione per avere risposte: "Presto 5mila persone potrebbero rimanere senza medico"



CASTELFRANCO DI SOTTO — Una lettera indirizzata al Ministero della Salute e alla Regione, ma anche all'Asl Toscana Centro e alla Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa. La firma è del sindaco Gabriele Toti, che chiede soluzioni affinché a Castelfranco di Sotto si diano sostituzioni ai medici di famiglia che vanno in pensione.

"Ad Aprile 2020 è andato in pensione il dottor Giosafat Scaduto che operava principalmente nella zona del capoluogo e il suo posto non è stato ricoperto - ha spiegato Toti nella lettera - seguiva il numero massimo di assistiti e queste persone sono state suddivise forzatamente tra altri medici, anche di altri Comuni, dato che il posto rimasto vacante non è stato sostituito".

"Alla fine di Aprile andrà in pensione il dottor Goliardo Paroli, i cui assistiti si trovano nel territorio delle nostre frazioni di Orentano, Villa Campanile, Galleno e Chimenti. Tale questione sta creando una situazione di forte incertezza e preoccupazione tra la popolazione - ha proseguito - i pazienti seguiti dal dottor Paroli a oggi non sono in grado di conoscere chi potrà assisterli dal prossimo 1° Maggio. Sembra persino superfluo sottolineare la grave difficoltà in cui si trovano i cittadini delle frazioni dato che, a breve, circa 1.500 persone si troveranno senza medico".

"Come se non bastasse, la situazione già grave è resa ulteriormente critica dal fatto che a Giugno terminerà il proprio servizio il dottor Sauro Bimbi, operante nel territorio del capoluogo - ha aggiunto - anche in questo caso gli assistiti, nel numero massimo consentito dalle normative, non avranno più un proprio medico. Oltre a lui, da quanto risulta, ci sarebbe anche un altro medico operante nel capoluogo prossimo alla pensione".

"Nel caso di mancata copertura di questi posti si creerebbe un grosso disagio per l'utenza. Circa 5 mila persone che rimangono senza il proprio medico. La situazione descritta è veramente complessa e ne emerge un quadro drammatico che risulta impossibile affrontare a livello locale - ha specificato - per questo sono a richiedere una presa in carico di questa grave problematica".

"In questo contesto di forte difficoltà ritengo che debbano essere valutate anche situazioni emergenziali, da affrontare con provvedimenti straordinari per poter fronteggiare una situazione di assoluta emergenza - ha concluso - tra queste mi permetto di suggerire, a puro titolo di esempio, di dare la possibilità di richiamare su base volontaria i medici che hanno raggiunto la pensione e di anticipare l’ingresso in ambulatorio dei nuovi medici, durante la fase di perfezionamento dei propri studi universitari" 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, lunedì 4 Luglio, sono stati segnalati 16 nuovi contagiati. Calo di nuove positività anche nelle Province di Pisa e Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità