Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:51 METEO:SAN MINIATO9°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La moglie di Soumahoro non risponde alle domande: il video di 'Non è l'Arena'

Attualità lunedì 30 gennaio 2017 ore 14:28

Due guasti mettono in ginocchio il carnevale

Foto d'archivio

La manifestazione dedicata ai bambini compromessa da un disservizio durato ore. Il sindaco: "Grave danno economico, pronto a informare la procura"



CASTELFRANCO DI SOTTO — Due guasti al sistema elettrico, avvenuti nel pomeriggio di domenica 29 gennaio 2017 nelle frazioni di Orentano e Villa Campanile, hanno messo in ginocchio il Carnevale dei bambini.

I guasti, avvenuti intorno alle 17, si sono protratti fino dopo la mezzanotte. L’imprevista interruzione dell’energia elettrica ha creato particolari disagi alla popolazione a causa della concomitanza con la manifestazione.

Alle ore 17, infatti, a Orentano era in pieno svolgimento il locale Carnevale dei Bambini, che per consolidata tradizione richiama sul territorio un notevole numero di persone, famiglie con bambini in special modo.

"È possibile stimare che al momento dell’interruzione dell’erogazione fossero presenti circa 2mila persone, molti dei quali bambini, mentre erano in azione sul percorso i carri, il luna park e tutte le altre attrazioni appositamente predisposte" spiega il sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti.

"La manifestazione interessa e coinvolge tutto il paese, sia dal punto di vista sociale, dal momento che viene realizzata tramite l’impegno annuale dell’Associazione Carnevale dei Bambini e la collaborazione di tutte le associazioni paesane, sia dal punto di vista economico, dal momento che nelle domeniche di svolgimento comporta una notevole attività per tutti gli esercizi commerciali presenti sul territorio: bar, ristoranti, negozi e attività commerciali in genere, oltre ad una trentina di commercianti ambulanti e di un luna park, posto al centro del percorso dei carri".

"Il Carnevale - prosegue il sindaco - interrotto improvvisamente a causa dell’interruzione del servizio, non ha potuto più riprendere, tra la delusione generale, così come anche il lavoro di tutti gli esercizi commerciali e il servizio del luna park. Bar e ristoranti non hanno addirittura potuto riavviare l’attività neanche per il servizio serale, dovendo disdire prenotazioni e rimandare indietro moltissimi avventori".

Per il primo cittadino la mancanza di luce poteva creare una situazione di pericolo, mettendo a repentaglio la sicurezza del pubblico presente, composto in gran parte da minorenni: "Fortunatamente i carri allegorici sono rientrati all’interno del Capannone - racconta il sindaco - dove sono custoditi solitamente, quando ancora la visibilità era garantita dalla luce naturale. Solo l’accurata previsione di adeguate misure di sicurezza, ad opera della Commissione di Vigilanza e degli organizzatori, coadiuvati da loro tecnici, e la preparazione e professionalità degli addetti alla manifestazione, hanno permesso di evitare situazioni di pericolo per le famiglie presenti con bambini anche piccoli".

Il blackout ha poi determinato una mancanza di acqua per effetto dell’assenza di alimentazione ai pozzi della zona, collegati al serbatoio pensile. "La struttura è la base per la distribuzione dell’acquedotto ad Orentano e Villa Campanile - spiega Toti - Pertanto, al di là dei partecipanti al Carnevale, si è determinato un disagio a circa 3mila 500 persone per molte ore, e un danno alle attività economiche".

Il primo cittadino evidenzia che il fatto ha costituito un disagio alle famiglie e un danno economico molto forte: "È evidente quale sia stato il notevole rischio per la pubblica sicurezza e l’incolumità delle persone paganti e partecipanti al Carnevale, sia il notevole danno economico subito da tutti gli esercizi commerciali, bar e ristoranti, operatori del luna park, operanti sul territorio al momento, oltre al danno di immagine riversatosi sulla manifestazione in pieno svolgimento".

Pur riconoscendo il pronto intervento dei tecnici Enel, per Toti la situazione non può aver alcun tipo di giustificazione: "La giornata di ieri non presentava assolutamente condizioni metereologiche avverse. Mi chiedo come sia possibile che ben due diversi guasti siano capitati nella zona di Orentano di domenica pomeriggio, in concomitanza, peraltro senza condizioni climatiche sfavorevoli".

"Su questo aspetto è necessario che Enel faccia piena luce ed informi le istituzioni - dichiara il sindaco. - Da parte mia ho inoltrato una nota a tutti gli enti competenti per fissare al più presto una riunione e capire cosa possa essere accaduto e soprattutto evitarsi il ripetersi di nuovi episodi del genere".

"Ovviamente mi riservo di informare la Procura delle Repubblica nel caso siano ravvisati gli estremi per l’interruzione di pubblico servizio. - conclude il sindaco - Di certo è inaccettabile che possano verificarsi disagi di questo tipo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati aggiornati alle ultime 24 ore. In Toscana sono state accertate oltre 1500 nuove positività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità