Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:SAN MINIATO11°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Politica domenica 29 gennaio 2017 ore 13:00

Interrogazione Nicchi, Sel ha qualcosa da dire

Il partito di Santa Croce critica il documento della deputata di Sinistra Italiana che lega la cittadina del Cuoio allo sfruttamento del lavoro



SANTA CROCE SULL'ARNO — "Sul tema dei diritti del lavoro si deve mantenere sempre alta l'attenzione, ma non con questi toni accusatori e basandosi su uno studio sul quale esistono ancora luci e ombre". Così dal circolo Sel di Santa Croce sull'Arno criticano l'interrogazione a firma della deputata di Sinistra Italiana Marisa Nicchi che lega lo sfruttamento del lavoro alla cittadina del cuoio.

Dopo l'intervento dei sindaci del Comprensorio, ecco quello di Sinistra Ecologia e Libertà che dice: "Alla luce dello studio del Centro Nuovo Modello di Sviluppo si vuole dipingere Santa Croce come luogo di lavoro in cui mancano diritti e in cui il profitto si fa sulla pelle dello sfruttamento dei più deboli. I distretti industriali - aggiungono -, in generale, rappresentano di per sé luoghi in cui gli interessi privati devono essere attenzionati dal pubblico e dalle organizzazioni sindacali per evitare che si creino criticità. A Santa Croce questo accade: esiste una storia di governance di distretto in cui pubblico e privato siedono allo stesso tavolo di programmazione e gestione di molti aspetti, da quello della tutela del lavoro a quello della tutela ambientale. Esiste un contesto di dialogo tra gli imprenditori e le organizzazioni sindacali, prima fra tutte la Cgil, che al tavolo di distretto rappresenta tutte le altre per accordo preso, dopo la sottoscrizione del codice etico di distretto esiste un lavoro avviato sul regolamento di attuazione, un lavoro che siamo sicuri porterà i suoi frutti, con il contributo di tutti perché sappiamo che la legalità, intesa sotto tutti gli aspetti, è tema caro a tutte le parti coinvolte".

"Il nostro ruolo - concludono da Sel - sarà quello di continuare a prendere parte a queste forme di collaborazione istituzionale, cercando al fianco delle organizzazioni sindacali di fare un lavoro costruttivo perché Santa Croce continui ad essere un bacino occupazionale importante per i nostri cittadini e fonte di lavoro sempre più buono".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 31 Gennaio, sono riportati 390 nuovi casi in tutta la Toscana, dove nelle scorse 24 ore non si registrano decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità