Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:SAN MINIATO11°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Attualità sabato 21 novembre 2015 ore 17:00

Asilo De Amicis, si intravede una speranza

Ieri un'assemblea in cui è stato eletto un nuovo consiglio di amministrazione che dovrà ristrutturare il debito e far ripartire l'attività scolastica



SANTA CROCE — Un nuovo consiglio di amministrazione che dovrà avviare le trattative per un “concordato stragiudiziale” con gli enti creditori e dare quindi nuove speranze alla scuola per l'infanzia De Amicis. Questo il sunto dell'assemblea di ieri sera dei soci dell'Ente che gestisce l'asilo, da anni strozzato dai debiti.

"In considerazione del valore identitario che l’istituzione De Amicis ha per l’intera comunità di Santa Croce sull'Arno e del servizio che tuttora essa svolge, con riferimento al ciclo scolastico della scuola per l’infanzia - ha commentato il sindaco Giulia Deidda -, l’amministrazione comunale, ha ritenuto necessario accogliere la richiesta fatta dallo stesso consiglio dell'Ente De Amicis affinché, insieme alla parrocchia, il Sindaco intraprendesse un'azione di verifica della condizioni per evitare lo scioglimento dell’ente stesso, creando le basi per la costituzione di una nuova governance ed il raggiungimento di un accordo con i maggiori creditori".

Questa possibilità troverebbe forza nel decreto legislativo n.159/2015 che prevede la possibilità di garantire all'ente di ripianare i propri debiti con la presentazione di un complesso piano di rateazione che tutelerebbe il De Amicis nell'opportunità di poter proseguire la sua attività di scuola d'infanzia.

Con questo obiettivo, l'assemblea dei soci in accordo con il Comune e la parrocchia, ha decretato lo scioglimento del vecchio consiglio di amministrazione accogliendo le dimissioni dei consiglieri e del presidente Alessandro Valiani, e ha eletto un nuovo organo al quale è stato dato mandato di avviare le trattative per un “concordato stragiudiziale” con gli enti creditori.

Il nuovo cda avrà, quindi, un incarico pro tempore finalizzato alla ristrutturazione del debito che programmerà secondo un piano di indirizzo generale concordato e che prevede, tra le altre azioni, anche la rinegoziazione del mutuo e la ricostituzione del corpo sociale e di un fondo di dotazione che possa consentire l’eventuale ripiano di ulteriori passività ad oggi non cognite.

Il coordinatore del nuovo organo è il commercialista Daniele Bocciardi, che in questa fase sarà affiancato da un gruppo di esperti coordinati dall'avvocato Alberto Benedetti (legale del comune).

"Non nascondiamo la complessità dell'operazione - ha commentato il sindaco Giulia Deidda -, ma riteniamo che ogni sforzo sia doveroso per tutelare una memoria storica ed affettiva del nostro territorio che ad oggi costituisce un risorsa importante in termini di erogazione di servizio di scuola di prima infanzia, dando risposta a circa ottanta famiglie che ad oggi hanno scelto di affidare i propri bambini alla scuola De Amicis".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 31 Gennaio, sono riportati 390 nuovi casi in tutta la Toscana, dove nelle scorse 24 ore non si registrano decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità