Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:SAN MINIATO10°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti, Draghi: «Più coinvolgimento dei Paesi europei, i flussi legali sono una risorsa, non una minaccia»

Lavoro venerdì 04 dicembre 2020 ore 12:30

È toscano il primo cuoio ecologico al mondo

Arriva dalla conceria Gi-Elle-Emme che lo ha definito "un prodotto dall'anima green", ma che "mantiene le sue alte prestazioni"



SAN MINIATO — La Conceria Gi-Elle-Emme SpA, azienda toscana che affonda le sue radici nell'antica tradizione della concia al vegetale, è stata la prima nel proprio settore produttivo ad ottenere la certificazione Uni 11427 che permette di poter utilizzare il termine “cuoio ecologico”.

Adesso le calzature prodotte con il cuoio della Conceria Gi-Elle-Emme SpA potranno puntare ad ottenere il marchio Ecolabel Ue, brand di qualità ecologica dell’Unione Europea che contraddistingue prodotti e servizi che, pur garantendo elevati standard prestazionali, sono caratterizzati da un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita: "Questo - hanno spiegato dalla conceria - sarà possibile grazie ad una grossa novità del cuoio da suola che può essere definito, per la prima volta al mondo, ecologico.

Il cuoio ecologico Gi-Elle-Emme è il frutto di un sistema produttivo rispettoso dell'ambiente in ogni suo passaggio. “Abbiamo innovato un processo di concia tra i più tradizionali, implementando l'azienda con soluzioni tecnologiche 4.0 - ha detto Tommaso Lapi, Ceo di Gi-Elle-Emme - . Una piccola rivoluzione, elaborata negli anni, che ci ha permesso di ricevere questo importante riconoscimento, del quale siamo profondamente orgogliosi”.

L'innovazione di processo all'interno di Gi-Elle-Emme è partita nel 2010 e in dieci anni sono stati investiti in nuovi macchinari circa 4,6 milioni di euro. L'azienda ha puntato sull'implementazione di sistemi automatizzati che garantissero un abbattimento degli spechi, un'ottimizzazione dei tempi, una maggiore sicurezza per i lavoratori. Questo ha significato un miglioramento dei flussi produttivi, nonché un risparmio di costi e consumo di energia elettrica e acqua.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS