QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 17°32° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 15 settembre 2019

Attualità mercoledì 10 luglio 2019 ore 12:23

Il Consorzio Conciatori scommette sui giovani

Michele Matteoli

Ieri sera l'annuale assemblea dei soci che ha visto la nomina di nuovi consiglieri, oltre alla consueta relazione del presidente Michele Matteoli



SAN MINIATO — L’annuale assemblea del Consorzio Conciatori di ieri sera ha vissuto un duplice momento: la relazione annuale del Presidente Michele Matteoli e l’elezione nel Cda del Consorzio Conciatori di 5 nuovi consiglieri: Massimo Caponi - Gruppo Conciario C.M.C., Alessio Monti - Lamonticuoio, Simone Nieri – Virgilio conceria artigiana, Luca Tempesti – Conceria Tempesti, Leonardo Traversi – La Patrie. Questi cinque affiancheranno i 7 componenti in carica nella gestione delle attività consortili, "forze nuove che sicuramente apporteranno interessanti contributi", ha detto Matteoli.

La relazione del Presidente è stata l’occasione per un confronto sulle condizioni di incertezza dovute ai mutamenti economici, sociali e tecnologici in atto.

Il bilancio del 2018 è stato nell'insieme positivo. "Anche se i numeri confermano ancora una volta la solidità e la forza del nostro settore - ha però sottolineato Matteoli -, occorre cautela, viste anche le ultime previsioni macroeconomiche che prefigurano il biennio 2019-20 come un periodo sfidante per il tessuto produttivo nazionale".

Altri temi toccati toccati dal presidente sono stati l'economia circolare e il sistema del distretto.

In ultimo ma non per importanza una riflessione sul passaggio generazionale nella governance aziendale, specie nelle imprese familiari, quali sono la maggior parte delle nostre associate. "E' un tema delicato - ha detto in proposito il presidente -, che riguarda non solo trasferimenti di quote e cariche, ma soprattutto un patrimonio di competenze e know how aziendali. Non affrontarlo per tempo con gli strumenti adatti potrebbe mettere in difficoltà la continuità e lo sviluppo dell’impresa stessa. Ciò si riflette a cascata anche sulla governance delle realtà associative".

"Confidiamo sia il momento di un distretto giovane - ha concluso Matteoli -, cittadino del mondo, che sappia portare avanti progetti di comunicazione evoluti, questa è la faccia che può rendere un distretto unito, trasversale, capace di coalizzare istanze diverse e di trasformare i campanili in sistema, questa è la squadra che auspichiamo chiunque ne faccia parte".



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca